Capitolo 17 de I promessi sposi: analisi e figure retoriche

Di Redazione Studenti.

Capitolo 17 de I promessi sposi di Alessandro Manzoni: analisi, riassunto breve, lessico e figure retoriche del capitolo in cui Renzo raggiunge l'Adda

CAPITOLO 17 PROMESSI SPOSI: SINTESI

Capitolo 17 de I promessi sposi: analisi e figure retoriche
Capitolo 17 de I promessi sposi: analisi e figure retoriche — Fonte: getty-images

Il capitolo 17 de I promessi sposi narra di quando Renzo attraversa l'Adda per raggiungere Bergamo, e laggiù va a trovare il cugino Bortolo, che lo accoglie affettuosamente. Manzoni rappresenta il paesaggio dal punto di vista del protagonista, che prima è turbato e inquieto poi, una volta trovato il fiume per seguirne il percorso, si rasserena e riacquista speranza. 

CAPITO 17 PROMESSI SPOSI: ANALISI

Alcuni dettagli sul lessico utilizzato da Manzoni

  • cabala: raggiro, imbroglio con cui si mira a far del male a qu. per il proprio vantaggio.
  • sodaglia: terra non dissodata.
  • prunaio: terreno pieno di pruni l fig. affare difficile e molto imbrogliato.
  • ramingo: oggi com., per estensione, di chi erra da un luogo ad un altro senza una meta ben precisa.

CAPITOLO 17 PROMESSI SPOSI: FIGURE RETORICHE

Nel capitolo è presente una similitudine: "E la prima volta che gli ferì gli orecchi quello scocco, così inaspettato, senza che potesse avere alcuna idea del luogo donde venisse, gli fece un senso misterioso e solenne, come d'un avvertimento che venisse da persona non vista, con una voce sconosciuta.

ASCOLTA L'AUDIO LEZIONE SUL CAPITOLO 17 DE I PROMESSI SPOSI

Ascolta su Spreaker.

GUARDA IL VIDEO SUL CAPITOLO 17 DE I PROMESSI SPOSI