Arriva Brandstorm, la competizione di L'Oréal sulla tecnologia nel settore Beauty

Di Veronica Adriani.

Brandstorm, la competizione di L'Oréal per gli universitari per sviluppare un progetto tech presso Station F, il più grande campus di startup al mondo

BRANDSTORM L'ORÉAL

Sviluppare un progetto tech nel settore beauty è l'obiettivo di Brandstorm
Sviluppare un progetto tech nel settore beauty è l'obiettivo di Brandstorm — Fonte: istock

Brandstorm è la competizione di innovazione promossa da L'Oreal per promuovere i progetti degli universitari in tema di tecnologia e bellezza. Come funziona? I partecipanti, divisi in gruppi di tre studenti provenienti dalla stessa facoltà o da diverse istituzioni, hanno a disposizione sei mesi per ideare un concept e lavorare sulla sua fattibilità. Nella fase finale i finalisti di ciascun paese partecipano ad un evento che si terrà a Parigi alla fine di maggio 2019, durante il quale viene decretato il team vincitore di un programma intensivo presso Station F, il maggior laboratorio di start-up al mondo.

COME FUNZIONA BRANDSTORM

In occasione della nuova edizione di Brandstorm, L'Oreal ha deciso di lanciare il premio Intrapreneurship Award, che consentirà ai vincitori di realizzare il loro progetto presso Station F supervisionati da esperti L’Oréal. Dimostrando la fattibilità del loro progetto, gli studenti potranno poi assicurarsi uno step successivo: veder realizzato un prototipo del progetto da parte di una struttura L’Oréal.

Con l'aiuto di Active Cosmetics, la divisione tech di L'Oréal, gli studenti sfrutteranno al massimo i vantaggi della tecnologia digitale per inventare il futuro dell’esperienza consumatore per un target attento alla salute.

In Italia la competizione è stata lanciata in 8 università e le finali si terranno l’11 Aprile nella sede di L’Oréal a Milano con un nuovo format di pitch. Le 12 squadre finaliste presenteranno davanti al comitato della divisione Active Cosmetics e ai collaboratori di L’Oréal. Il passo successivo sarà la finale internazionale a Parigi nel mese di Maggio.

LAVORARE IN L'ORÉAL

Ma non finisce qui: Brandstorm è anche un metodo di reclutamento alternativo per entrare a far parte del mondo L'Oréal: “Ogni anno il Gruppo assume tra le 150 e le 200 persone grazie a Brandstorm" spiega Jean-Claude Le Grand, Executive Vice-President Human Relations di L’Oréal. "La competizione ha subito una sostanziale trasformazione per soddisfare al meglio sia le aspettative dei giovani partecipanti, sia le attuali esigenze di reclutamento del Gruppo e il suo posizionamento come Beauty Tech Company, che richiede un bagaglio di conoscenze sempre più ampio e profili sempre più diversificati”.