Chi era Dante Alighieri: vita, esilio e morte

Vita e opere di Dante, scopri di più sulla vita e l'eredità del celebre poeta, dall'infanzia a Firenze fino alla sua celebre opera, la Divina Commedia, che continua a influenzare la letteratura e la cultura oggi. Esplora la vita, le opere e il legame di Dante con la sua città e scopri quali sono i modelli a cui si è ispirato per le sue opere e per la Commedia

Chi era Dante Alighieri: vita, esilio e morte
ansa

Dante Alighieri, vita

Dante Alighieri: vita, opere e pensiero
Fonte: ansa

Dante Alighieri, uno dei più grandi poeti del nostro tempo considerato una delle tre corone della letteratura italiana insieme a Francesco Petrarca e Giovanni Boccaccio, è nato a Firenze nel 1265 ed è morto a Ravenna nel 1321. L'anno scorso sono stati celebrati i 700 anni dalla morte, avvenuta il 14 settembre. Ogni anno vengono inoltre organizzati una serie di eventi per ricordare il Sommo Poeta nella giornata a lui dedicata, il Dantedì, che ricorre ogni anno il 25 marzo.

Poeta e prosatore, Dante Alighieri è nato tra il maggio e il giugno del 1265 da una famiglia della piccola nobiltà. Uno degli eventi più importanti della vita di Dante è stato l'incontro con Beatrice, la donna che ha amato ed ha esaltato come simbolo della grazia divina. Beatrice sarebbe realmente vissuta: gli storici l'hanno identificata nella nobildonna fiorentina Beatrice o Bice Portinari, morta nel 1290. Per quanto riguarda la prima parte della vita di Dante non si hanno molte informazioni a proposito della sua formazione, anche se le sue opere rivelano una grande erudizione. A Firenze è stato profondamente influenzato dal letterato Brunetto Latini e sembra che intorno al 1287 abbia frequentato l'Università di Bologna. È stato poeta e prosatore, teorico letterario e pensatore politico, ed è considerato il padre della letteratura italiana.

Dante: Biografia

Durante i conflitti politici di quegli anni, Dante si è schierato con i guelfi contro i ghibellini e nel 1289 ha partecipato ad alcune azioni militari. Nel 1295 ha iniziato l'attività politica iscrivendosi alla corporazione dei medici e degli speziali. Quando la classe dirigente guelfa si è spaccata tra bianchi e neri, Dante si è schierato con i bianchi che avevano il governo della città. Ha ricoperto vari incarichi e nel 1300, dopo una missione diplomatica a San Gimignano, è stato nominato priore. Ruolo che ha ricoperto con senso di giustizia e fermezza, tanto che, per mantenere la pace in città, ha approvato la decisione di esiliare i capi delle due fazioni in lotta quasi quotidiana, tra i quali l'amico Guido Cavalcanti.

Approfondisci:
Divina Commedia, guida al poema dantesco

Dante Alighieri: Opere e pensiero

Probabilmente è stato uno dei tre ambasciatori inviati a Roma per tentare di bloccare l'intervento di papa Bonifacio VIII a Firenze. Non si trovava in città quando le truppe angioine hanno consentito il colpo di stato dei neri nel novembre 1301. È stato accusato di concussione e condannato in contumacia prima a un'enorme multa e poi a morte nel marzo 1302. In questo modo è iniziato l'esilio che sarebbe durato fino alla morte. Alla notizia dell'elezione al trono imperiale di Enrico VII di Lussemburgo, si è avvicinato ai ghibellini, ma la spedizione dell'imperatore in Italia è fallita.

Focus:
Dante, appunti e riassunti sulla Divina Commedia

Dante: Riassunto vita

Durante gli anni dell'esilio Dante si è spostato nell'Italia settentrionale tra la Marca Trevigiana e la Lunigiana e il Casentino, e forse si è spinto fino a Parigi tra il 1307 e il 1309. Si recato poi insieme ai figli, forse nel 1312, a Verona presso Cangrande della Scala, dove è rimasto fino al 1318.

Da qui si è recato a Ravenna, presso Guido Novello da Polenta, dove ha riunito attorno a sé un gruppo di allievi tra cui il figlio Iacopo, che si accingeva alla stesura del primo commento dell'Inferno. È morto nella notte tra il 13 e il 14 settembre 1321 a Ravenna e nemmeno le sue spoglie sono mai più tornate a Firenze.

Vedi anche: Approfondimento di studio su Dante Alighieri

Approfondimenti su Dante Alighieri

I modelli danteschi nella Divina Commedia: ecco a cosa si è ispirato Dante

Nelle opere di Dante Alighieri e in particolare nella Divina Commedia, si possono individuare una grande varietà di modelli e di influenze letterarie, filosofiche, religiose e culturali.

Sicuramente la Bibbia ha avuto una grande influenza sulla Commedia, infatti, nell’opera compaiono episodi e personaggi biblici. Anche la struttura dell’opera stessa, divisa in Inferno, Purgatorio e Paradiso, è influenzata dalla concezione cristiana dell’aldilà.

Le fonti religiose si intersecano con la tradizione classica, altro punto di riferimento importante per l’autore, il quale, non a caso, sceglie Virgilio come guida e maestro per il suo viaggio. Oltre alla presenza dell’Eneide, si possono individuare riferimenti all’Odissea e alle Metamorfosi di Ovidio.

Tra le fonti della Commedia ci sono anche quelle relative alla filosofia, infatti, possiamo cogliere dei riferimenti a San Tommaso d’Aquino e Severino Boezio. Nell’opera sono presenti anche Platone e Aristotele. Inoltre, l’intera opera affronta questioni care alla filosofia, come il libero arbitrio, la giustizia divina e la teologia cristiana.

Anche la biografia e le varie esperienze personali hanno influenzato la scrittura di Dante, come l’esilio dalla sua città natale che senza dubbio ha avuto un impatto significativo per l’intera opera

Ascolta il podcast su Dante Alighieri

Ascolta su Spreaker.

Approfondimenti su Dante Alighieri

Approfondisci la vita e le opere di Dante Alighieri con i suggerimenti di lettura che trovi qui di seguito:

Contenuto sponsorizzato: Studenti.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Studenti.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

Un consiglio in più