Biblioteche scolastiche? Piccole e povere. Ma cresceranno grazie a #ioleggoperché

Di Marta Ferrucci.

Le biblioteche scolastiche? Piccole e povere secondo una indagine dell'AIE. Ma con #ioleggoperché le cose cambiano: video intervista al Liceo Darwin

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Biblioteche scolastiche con meno di 4 libri per studente

La biblioteca del Liceo Darwin di Roma
La biblioteca del Liceo Darwin di Roma — Fonte: redazione

Piccole e povere. Potrebbe riassumersi così il quadro che emerge dall’indagine dell’Associazione Italiana Editori (AIE) e dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) per #ioleggoperché e realizzata dall’Ufficio studi AIE sulla situazione delle biblioteche scolastiche italiane, come evidenziato dalle risposte di 1.222 scuole aderenti al progetto che hanno accettato di partecipare all’indagine per fotografare la situazione.

Il 97,4% delle scuole italiane ha oggi una biblioteca scolastica, certo, ma con una dotazione di libri notevolmente inferiore rispetto a solo 5 anni fa: in media 2.501 volumi per scuola, nel 2.011 erano 3017. Pochi? Pochissimi se consideriamo che in media questo significa 3,9 libri per studente, mentre nel 2011 erano 4,7.

La situazione è peggiorata, non solo come offerta ma anche in termini di spazi: esiste quasi un 10% di scuole tra le intervistate che rispondono di avere sì una biblioteca ma con posti a sedere zero.

Emerge una situazione non certo rosea: la spesa complessiva per il funzionamento della biblioteca nel 2016 è di 441 euro, in pratica si è più che dimezzata rispetto ai 1.189 euro investiti nel 2011. Questo si traduce in una spesa media complessiva di 1,18 euro per studente nel 2016 (era di 1,56 euro nel 2011).

Video intervista all'Istituto Darwin di Roma che partecipa a #ioleggoperché 2016

Le biblioteche scolastiche sono povere ma qualcosa si sta muovendo. Con #ioleggoperchè 2016 sono 1.400 le librerie che hanno aderito al progetto e 3.000 le scuole iscritte che potranno beneficiare delle donazioni. Una di queste è l'Istituto Darwin di Roma che, pur avendo una biblioteca ben fornita, vuole farla crescere ancora di più.
Vuoi donare un libro all'Istituto Darwin? Per farlo dovrai acquistarlo in una di queste librerie: Feltrinelli di Via Appia Nuova 427; Mondadori di Via Appia Nuova 51; Ponte Ponente di Via Mondovì 19; First Laugh in Via Gino Capponi 146.

Come e perchè una scuola aderisce a #ioleggoperché? Ecco la video intervista a professoresse e studenti!

Fonte: Studenti.it