Basquiat: biografia e Pop Art

Di Redazione Studenti.

Breve biografia e stile di Basquiat, importante esponente del graffitismo americano, e la sua amicizia con il re della Pop Art Andy Warhol.

BASQUIAT: BIOGRAFIA

Jean-Michel Basquiat
Jean-Michel Basquiat — Fonte: getty-images

Jean-Michel Basquiat è un pittore ed esponente del graffitismo americano appartenente al periodo della Pop Art. Basquiat ha origini portoricane ma è nativo degli Stati Uniti. La sua carriera è caratterizzata dalla stretta amicizia con il massimo esponente della pop art: Andy Warhol. La sua storia artistica inizia all’età di sette anni, quando i suoi genitori divorziano e lui è costretto a vivere in un istituto artistico. Basquiat frequenta la City-as-School, una scuola di Manhattan per ragazzi dotati. Qui incontra il capo di un club di Manhattan che dipinge graffiti. Da questo momento Basquiat comincerà a dipingere sui muri e su tele. Ma la svolta della sua vita avviene quando, all’età di diciotto anni, decide di abbandonare gli studi, pagati dal padre, per iniziare una vita da artista di strada e si guadagna da vivere vendendo cartoline da lui dipinte. Una sera, entrando in un bar ne vende un paio anche ad Andy Warhol. Andy, stupefatto del talento del diciottenne, comincia a frequentare l’artista di strada coinvolgendolo nella pop art e insegnandogli le tecniche di pittura. In tre anni, Basquiat diventa un simbolo del movimento pop art. La sua caratteristica principale è inserire delle parole nei dipinti e ogni tanto semi-cancellarle per attirare, concentrare e incuriosire lo spettatore. Nel 1981 le sue opere vengono esposte a Zurigo e nel 1985 a Tokyo. L’uso di stupefacenti fin dall’età di diciassette anni porta Basquiat a soffrire di disturbi mentali che inoltre influenzò negativamente la sua carriera. Nel 1987 Andy Warhol muore e Basquiat continua ad assumere sempre più eroina per superare questo momento di crisi. Man mano i suoi amici, che avevano tentato di aiutarlo a disintossicarsi, cominciano ad allontanarsi da lui perché sempre più pazzo. Basquiat muore all’età di ventisette anni per una forte overdose di eroina.

BASQUIAT, WAHROL E POP ART

La corrente artistica dove sono coinvolti anche Basquiat e Wahrol è la pop art. La pop arte nasce negli anni ’50 in Gran Bretagna ma si sviluppa soprattutto negli anni ’60 negli Stati Uniti. Questa corrente artistica è in netta contrapposizione con gli ultimi movimenti artistici, come il Dadaismo. La caratteristica principale di questo movimento è quella di raffigurare oggetti comuni, ad esempio una scatola di fagioli e riviste. Altri soggetti sono i mass media, giornalisti e divi del cinema. Il nome “pop art” sta ad abbreviare Popular Art, che vede il mondo consumista, costretto a comprare e consumare anche grazie alla forte pubblicità trasmessa nella televisione che invadono le case della gente di tutto il mondo. A differenza di vecchi movimenti, la pop art ha come spettatori non più esperti dell’arte o ricche persone ma il mondo giovanile. I pittori di questo movimento artistico diventano star come attori del cinema; il più importante artista è Andy Warhol. Andy, oltre a essere il pittore rappresentante della pop art, è anche un regista, scrittore e produttore di musica pop. La sua carriera da artista è preceduta dagli studi di design e di arte e il suo primo lavoro è stato il grafico pubblicitario per alcune riviste. Dal 1952 Warhol inizia a dipingere; le sue prime opere sono una serie di immagini di diversi colori e tonalità, come ad esempio Marilyn Monroe e anche altri divi del rock e personaggi del cinema (serializzazione). Altri oggetti usati come soggetto dei temi di Andy sono le lattine di Coca-Cola oppure la scatola di fagioli; ciò può stare a significare che l’arte può diventare pubblicità e questa può diventare arte.