I nostri speciali OSSERVATORIO SULLA SALUTE MENTALE DEI GIOVANI

Autostima: come riuscire a volersi più bene. Gli esercizi pratici per lavorarci su

Di Deborah Disparti.

Autostima, scopri come imparare a volerti più bene, a valorizzarti grazie ai consigli della psicologa. Fai l'esercizio in 3 step per iniziare a guardarti da una prospettiva diversa.

Autostima: come aumentarla

La parola autostima indica un processo di “auto-valutazione”, quindi un giudizio su di sé, sulle proprie caratteristiche e capacità. Consiste quindi nel compiere una serie di osservazioni e valutazioni: attività fondamentali per:

  • conoscerti meglio
  • lavorare su te stess*
  • riconoscere le tue risorse
  • comprendere i tuoi limiti
  • ascoltare i tuoi bisogni
  • scoprire i tuoi valori

Cos'è l'autostima?

Spesso tendiamo a pensare all’autostima come un qualcosa che c’è o non c’è. In realtà l’autostima non è una caratteristica in sé, ma l’insieme delle valutazioni che facciamo di noi stess* nelle diverse aree di vita: a scuola, a lavoro, nelle relazioni, nello sport, a livello estetico, e così via.
Di conseguenza può assumere valori diversi in base a ciò su cui ci stiamo valutando.

  • Può essere più alta in alcune aree e più bassa in altre.
  • Possiamo avere più fiducia in alcune nostre qualità o capacità e meno in altre.

Per questo motivo è importante non vederla come un’etichetta generale su di noi, ma sfruttarequesto processo di autovalutazione per comprendere meglio chi siamo e quali sono i nostri punti diforza ed i limiti su cui vogliamo lavorare.

Ascolta su Spreaker.

Il grande problema dell'autostima

Quando pensiamo che l’autostima sia un voto generale sulla nostra persona, un giudizio generico su ogni nostra sfaccettatura, rischiamo di darci una valutazione per lo più negativa. Tendiamo infatti ad essere molto più giudicanti quando parliamo di noi. Riusciamo a cogliere ogni singola cosa che non ci piace o non funziona, perdendo di vista tutto il resto.
Questa modalità può generare un basso livello di autostima, una scarsa autoefficacia (che rappresenta quanto ci sentiamo capaci nel fare certe cose) e quindi una scarsa fiducia di sé.

La conseguenza è una maggior difficoltà a:

  • mettersi in gioco
  • relazionarsi
  • lavorare sui propri obiettivi
  • accettarsi e apprezzarsi.

Come aumentare l'autostima? 3 esercizi per lavorarci su

Cos'è l'autostima e come migliorare il rapporto con se stessi
Cos'è l'autostima e come migliorare il rapporto con se stessi — Fonte: istock

Questa è una domanda gettonatissima, forse quella che più spesso mi capita di sentire in quanto psicologa. Questo succede proprio perché si pensa che si tratti di un’unica grande caratteristica, senza la quale non si può fare nulla: non è così.
Ti propongo quindi 3 step da fare per iniziare a guardare a te stess* e alla tua autostima da una prospettiva diversa.

1. Osserva gli ambiti di vita in cui ti trovi nelle tue giornate: scuola, lavoro, sport, amici, casa, ecc. . . e prova a rispondere a queste domande:

  • In quali di questi ambiti ti senti più capace?
  • In quali ambiti senti di avere più risorse? Quali sono queste risorse?
  • In quali di questi ambiti senti di avere più difficoltà? Quali sono le difficoltà?

Mi raccomando, cerca di rispondere in modo ragionato e oggettivo, soprattutto per quanto riguarda le risorse.  

2. Prova a creare una descrizione di te oggettiva ma benevola, priva di giudizio negativo. Mentre lo fai prova a guardarti dal punto di vista di una persona a te molto cara. In questo modo sarà più facile vedere in te anche gli aspetti positivi.

3. Il confronto con gli altri finisce quasi sempre per metterci in una condizione di inferiorità perché teniamo in considerazione solo alcuni aspetti di noi e degli altri. Quando ti accorgi che ti stai mettendo a confronto con qualcuno, prova a non paragonarti ma a osservare in che modo puoi prendere spunto.
Ricordati sempre che l’autostima non è mai definitiva, ma può variare sia nei contesti, sia nel tempo. Essendo così importante per il nostro benessere, concediti sempre la possibilità di lavorarci su.

E ricordati che non tutto ciò che fai o che sei necessita di essere stimato e giudicato, certe cose vanno bene così come sono, semplicemente per il fatto di essere parte di noi.

Leggi anche: