Approvato il calendario scolastico 2011-2012: ecco quando si torna in classe

Di Marta Ferrucci.

Le regioni hanno approvato i calendari scolastici per l'anno 2011-2012. Si torna tra i banchi intorno al 12 settembre mentre la fine della scuola varia a seconda delle vacanze stabilite dalle singole regioni. Le vacanze di Natale andranno dal 23 dicembre 2011 al 7 gennaio 2012, le vacanze di Pasqua dal 5 al 10 aprile 2012. Tre ponti nel corso dell'anno: 31 ottobre, 9 e 10 dicembre e 30 aprile 2011. Ecco tutto quello che c'è da sapere su rientri a scuola, vacanze & co

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

I giorni complessivi di lezione nel Lazio saranno 207 per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado; le lezioni inizieranno il 12 settembre 2011 e termineranno il 9 giugno 2012.

In Liguria il calendario prevede 207 giorni di lezione dal 12 settembre fino al 9 giugno 2012 per tutti gli ordini di scuola tranne che per le scuole di infanzia. I giorni scendono a 206 se il santo patrono cade in un giorno feriale.

Stesse date anche in Veneto e Lombardia ma non in Piemonte dove si inizia il 12 settembre ma si chiude il 13 giugno. In questa regione sono state infatti allungate le vacanze di carnevale per lasciare spazio ad una "settimana bianca" istituzionalizzata dal 17 al 21 febbraio, tanto voluta dall'assessore al Turismo e all'Istruzione.

In Sardegna i giorni di lezione saranno 200. Si torna in classe il 15 settembre e si finisce sabato 9 giugno. Le scuole saranno chiuse anche il 28 aprile 2012, giorno dedicato alla regione ''Sa die de sa Sardigna''.

Gli alunni siciliani torneranno sui banchi giovedi' 15 settembre e vi resteranno fino a martedi' 12 giugno. Anche qui si resta a casa il giorno in cui ricade la festività del patrono ed il 15 maggio, festa dedicata all'autonomia siciliana.

La Basilicata ha stabilito il 19 settembre 2011 la data di inizio delle lezioni delle scuole di ogni ordine e grado. La fine delle lezioni e', invece, stabilita al 16 giugno 2012 per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Ecco la situazione di tutte le regioni nel dettaglio:

La tua regione non è tra queste? Vai alla pagina successiva


(Tabella: fonte Tecnica della Scuola)