Amnistia e indulto: cosa sono e come funzionano

Di Redazione Studenti.

Amnistia e indulto, considerati due facce della stessa medaglia, ma sono provvedimenti sanciti dalla Costituzione molto diversi tra loro. Ecco perché

AMNISTIA E INDULTO

Amnistia e indulto: significato e differenze
Amnistia e indulto: significato e differenze — Fonte: istock

Amnistia e indulto sono spesso nominati insieme, come se fossero due provvedimenti simili, se non identici, o almeno due facce della stessa medaglia.

In realtà questo è vero solo in parte: amnistia e indulto sono in realtà due provvedimenti diversi tra di loro sotto molti punti di vista: sanciti entrambi dalla Costituzione, sono passati dall'essere un potere nelle mani del Presidente della Repubblica a uno che spetta al Parlamento in qualità di rappresentante del popolo. Resta invece prerogativa del Presidente della Repubblica la Grazia, che può essere applicata al singolo caso specifico.

COS'È L'AMNISTIA

L'amnistia è un provvedimento che si attua quando lo Stato decide di rinunciare a perseguire penalmente un certo tipo di reato. Quando si decide di ricorrere all'amnistia, il reato non si configura più: è come se non si fosse mai verificato.

Quando si decide di ricorrere all'amnistia per una certa tipologia di reato, è necessario tenere a mente che ad essere investiti sono solo i reati compiuti prima della data dell'amnistia. Pertanto, se in futuro dovessero configurarsi gli stessi reati, l'amnistia non interverrebbe anche su quelli.

Si hanno due tipi di amnistia:

  • Amnistia propria, se il procedimento penale a carico del soggetto è ancora in corso
  • Amnistia impropria, se la persona è già passata in giudicato o condannata

INDULTO: SIGNIFICATO

A differenza dell'amnistia, che interviene sul reato, l'indulto interviene sulla pena: il reato resta pertanto esistente, ma si sceglie di non procedere nei confronti dell'individuo a livello di pena. L'indulto può intervenire sia su chi è ancora in attesa di giudizio, sia su chi è già stato condannato:

  • Se la condanna non c'è stata, l'indulto fa in modo che non si verifichi;
  • Se la condanna c'è stata, cesseranno sia la pena principale che quelle accessorie.

Come l’amnistia, ad oggi l’indulto è un provvedimento nelle mani del Parlamento, ed è disciplinato dalla lettura combinata degli articoli 79 della Costituzione e 174 del Codice Penale.

AMNISTIA E INDULTO: QUANDO NON POSSONO INTERVENIRE

Ci sono una serie di reati per cui non è possibile per legge ricorrere all'amnistia o all'indulto. Si tratta di reati particolarmente gravi, che minano l'ordine pubblico e la sicurezza dello Stato:

  • Associazione a delinquere di stampo mafioso;
  • Terrorismo;
  • Strage;
  • Prostituzione minorile e pedo-pornografia;
  • Sequestro di persona;
  • Usura e riciclaggio di danaro;
  • Reati in materia di stupefacenti;
  • Violenza sessuale;
  • Schiavitù e tratta umana

ULTIMO INDULTO

L'ultimo indulto si è verificato nel 2006 in Italia e concedeva ai detenuti e ai condannati in via provvisoria non carcerati uno sconto di pena di tre anni per determinati reati.

L'ultima amnistia fu invece concessa nel 1990.