Alternanza scuola lavoro: come funziona

Di Chiara Casalin.

Che cos’è e come funziona l’alternanza scuola lavoro: guida che ti spiega tutto sulla durata, quando e dove svolgerla

CHE COS’E’ L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

La riforma della Buona Scuola apportata dalla legge 107/2015 ha reso obbligatoria la cosiddetta “alternanza scuola lavoro”, introdotta inizialmente nel 2003, che consiste in una metodologia didattica in cui gli alunni affiancano un periodo di formazione teorica in classe con uno di esperienza più pratica presso un’azienda. Questo progetto ha lo scopo di avvicinare il mondo della scuola a quello del lavoro contribuendo all’orientamento degli studenti e, allo stesso tempo, a far acquisire loro esperienze e competenze che potranno essere valorizzate quando inizieranno a cercare un impiego.
Ti stai chiedendo come funziona l’alternanza scuola lavoro, quanto dura e come si svolge? In questa guida ti forniremo le informazioni che ti servono.

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Normativa e durata

Alternanza scuola lavoro: come funziona
Alternanza scuola lavoro: come funziona — Fonte: istock

L’alternanza scuola lavoro è regolata dagli articoli 33 e 43 della legge 107/2015. In particolare nell’articolo 33 si legge che essa ha una durata diversa per i licei rispetto agli istituti tecnici o professionali dato che questi ultimi sono più orientati all’entrata diretta nel mondo del lavoro.
Ecco quanto dura l’alternanza scuola lavoro per le diverse tipologie di scuole:

  • Alternanza scuola lavoro per i licei: 200 ore
  • Alternanza scuola lavoro per gli istituti tecnici: 400 ore
  • Alternanza scuola lavoro per gli istituti professionali: 400 ore

Le ore sono complessive, da accumulare nel corso dell’ultimo triennio di scuola, e non prevedono nessuna forma di retribuzione o di rimborso spese.

Chi deve fare l'alternanza

L’alternanza scuola lavoro è un’attività obbligatoria che deve essere svolta dagli studenti iscritti alla terza, quarta e quinta superiore (per questi ultimi entrerà a regime a partire dall’anno scolastico 2017/18).

Quando svolgere l'alternanza scuola lavoro

I progetti di alternanza possono essere svolti sia durante l’anno scolastico, nell’orario di lezioni o nel pomeriggio, sia nei periodi di vacanza.
Le scuole sono incoraggiate a inserire nel calcolo delle ore dedicate all’alternanza scuola lavoro anche le eventuali esperienze lavorative svolte dallo studente all’estero.

Dove svolgerla

I progetti di alternanza possono essere svolti presso imprese, aziende, associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, ordini professionali e istituzioni.
Per vedere la lista completa degli enti e aziende vicine a te dove puoi svolgere l’alternanza scuola lavoro puoi consultare il Registro nazionale delle imprese

Come funziona

Devi sapere che ogni progetto di alternanza prevede diverse fasi. Ecco quali sono.

La scelta

Lo studente e il tutor scolastico (un professore che si occuperà di assistere l’alunno durante la sua esperienza e di verificare che essa si svolga correttamente) si incontrano, riflettono su quali sono le competenze e attitudini del ragazzo o della ragazza e insieme scelgono l’azienda o la struttura ospitante.
Inizia poi un periodo di preparazione per affrontare l’alternanza scuola lavoro durante il quale lo studente viene informato sulle norme di salute e sicurezza nel luogo di lavoro.

L’incontro con le aziende

In questa fase lo studente entra in contatto diretto con la struttura ospitante conoscendo il tutor esterno (la persona che lavora nell’azienda e che si occuperà di assistere lo studente durante il periodo di alternanza) e visitando l’azienda, ente o istituzione scelta.
Prima di iniziare il progetto ogni ragazzo/a deve firmare il Patto formativo, un documento con cui si impegna a rispettare le norme antinfortunistiche, di comportamento e le norme in materia di privacy e di sicurezza sul lavoro.

Lo svolgimento dell’alternanza

Questa è la fase in cui lo studente inizia il periodo di alternanza scuola lavoro seguendo anche un corso di formazione sui rischi specifici per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro.
Durante l’alternanza ogni ragazzo si tiene in contatto sia col tutor scolastico sia con quello della struttura ospitante e deve documentare le proprie attività sull’apposito libretto fornito dalla scuola.

La valutazione

Una volta terminato il progetto, la scuola e la struttura ospitante valuteranno lo studente e gli forniranno un Certificato delle competenze che riconosce quali livelli di apprendimento ha raggiunto rispetto a quelli indicati nel Piano formativo.
Anche lo studente dovrà valutare la propria esperienza compilando un apposito modulo di valutazione. Potete trovarne un esempio cliccando qui.

Hai altre domande sull’alternanza scuola lavoro? Allora ti consigliamo di visitare il sito preparato appositamente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca www.istruzione.it/alternanza/