Alternanza scuola-lavoro: in Sardegna sostegni economici alle imprese ospitanti

Di Veronica Adriani.

Novità sul fronte alternanza scuola-lavoro: le quattro camere di commercio della Sardegna finanziano le piccole e medie imprese che partecipano

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO AZIENDE

Alternanza scuola lavoro: in sardegna contributi alle piccole e medie imprese
Alternanza scuola lavoro: in sardegna contributi alle piccole e medie imprese — Fonte: istock

Mentre al MIUR si discute ancora sul ruolo che l'alternanza scuola-lavoro dovrà svolgere nel corso del prossimo anno scolastico, soprattutto in vista delle novità che coinvolgeranno gli esami di maturità 2019, qualcuno nelle singole regioni si attiva nel supporto economico alle imprese ospitanti.

Lo sta facendo ad esempio la Sardegna, che con un bando apposito che coinvolge in modo specifico la provincia di Oristano e le quattro camere di commercio della regione, fornirà tra i 500 e i 700 euro di contributo - a seconda che ospitino uno o più studenti - alle piccole e medie imprese che si proporranno come soggetto ospitante.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PROGETTI

Ma cosa prevede il bando nello specifico? Innanzi tutto che i progetti di alternanza scuola-lavoro stipulati con le scuole siano almeno di 40 ore e siano attuati nell'anno scolastico 2018/2019 terminando entro e non oltre il mese di dicembre 2018 e solo se non intercorre rapporto di parentela entro il terzo grado fra il titolare dell'azienda e gli studenti coinvolti.

Il contributo per le aziende è rinnovabile, ma solo a fronte della presentazione della documentazione che attesti che effettivamente il percorso è stato attivato e concluso. Per partecipare c'è tempo fino al 30 settembre 2018.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO COS'È

Quest'anno, con l'arrivo al MIUR del ministro Bussetti, le cose potrebbero cambiare ancora per gli studenti, anche sul fronte alternanza scuola-lavoro. Quello che sappiamo, intanto, è che già la ministra Fedeli, con la riforma dell'esame di Stato, aveva fatto sì che l'alternanza scuola-lavoro svolta nei tre anni finali diventasse parte integrante della valutazione, al punto che gli studenti dovranno preparare una relazione dettagliata sull'esperienza svolta. Sei rimasto indietro? Niente paura: ecco tutte le novità che potrebbero interessarti.