Alessia e le STEM: la passione per la Chimica e un futuro nella scienza

Di Veronica Adriani.

Alessia è fra le studentesse italiane che all'Università sceglieranno una disciplina STEM. Nel suo futuro la Chimica e la prospettiva di un buon lavoro

STEM: SCIENCE, TECHNOLOGY, ENGINEERING, MATHEMATICS

Alessia Cavallaro, 18 anni, ha scelto un percorso universitario nelle STEM
Alessia Cavallaro, 18 anni, ha scelto un percorso universitario nelle STEM — Fonte: photo-courtesy

Da piccola avevo il pallino del Piccolo Chimico, al primo liceo sono entrata con l’idea di andare a fare qualcosa con la Chimica, magari in America. Durante il mio percorso all’interno del liceo ho valutato anche l’idea di provare per Medicina o CTF, ma alla fine, più o meno da Dicembre, ho preso una decisione definitiva. Sono contenta, in fondo lo sognavo fin da piccola”.

Alessia Cavallaro ha 18 anni e vive a Giarre, in provincia di Catania. È al suo ultimo anno di liceo scientifico, e sul suo futuro universitario ha le idee molto chiare: dopo la Maturità sceglierà Chimica: “Ho già controllato tutti i programmi e le materie, devo dire che sono elettrizzata all’idea di cimentarmi nello studio di tutte le sfaccettature di questa stupenda disciplina” racconta. “Mi sono informata praticamente su tutto quello che posso sapere al di fuori del contesto universitario; a ottobre si vedrà il resto”.

STEM ALL'UNIVERSITÀ

Alessia è una delle universitarie italiane che per il loro futuro hanno scelto di cimentarsi in una disciplina STEM – Science, Technology, Engineering, Mathematics. In altre parole, una futura scienziata.

Prima di scegliere il suo indirizzo di studi universitario, Alessia ha partecipato al Salone dello Studente con la sua scuola. Insieme a lei c’era anche il suo ragazzo:” come me è molto speranzoso per il mio futuro lavorativo”. L’appoggio è arrivato naturalmente anche dalla famiglia: “I miei genitori mi sostengono, naturalmente. Anche loro sono contenti che io abbia intenzione di entrare a Chimica, sia come ambito lavorativo, sia per la mia dedizione a questo tipo di studi” racconta Alessia.

Nonostante fosse un suo sogno di bambina, Alessia ha ponderato molto bene la scelta, valutando le passioni ma soprattutto i programmi di studio: “la chimica mi piace molto e, una volta informatami, ho saputo che data la poca affluenza la possibilità di trovare lavoro è abbastanza alta”. Come immagina il percorso di studi? “Mi aspetto di fare tutto per bene, come ho sempre fatto, di trovare dei professori disponibili al dialogo, sperando in un approccio semplice alle materie”.

Ma è soprattutto il futuro, che per Alessia ha una prospettiva particolarmente rosea: “Mi aspetto che la laurea che prenderò mi consenta di poter entrare in ottimi ambienti lavorativi, con buoni stipendi” spiega “Mi vedo in una grande industria farmaceutica, magari con un bel gruzzoletto da parte e con un buon marito al mio fianco”.

Un modello di donna a cui ispirarsi? “Marie Curie. Sicuramente per i suoi lavori con alcuni elementi radioattivi, ma soprattutto per la sua forza nell’arrivare ai suoi risultati. Una vita dedicata così tanto alla scienza, per la quale purtroppo è anche morta”.

Leggi le altre storie di donne che lavorano o studiano nel settore STEM