Al cor gentil rempaira sempre amore: analisi del testo

Di Redazione Studenti.

Al cor gentil rempaira sempre amore: riassunto, stanza per stanza, e analisi tematico-simbolica della poesia di Guido Guinizzelli

AL COR GENTIL REMPAIRA SEMPRE AMORE

Al cor gentil rempaira sempre amore è un componimento di Guido Guinizelli
Al cor gentil rempaira sempre amore è un componimento di Guido Guinizelli — Fonte: getty-images

Al cor gentil rempaira sempre amore è un componimento del poeta Guido Guinizelli.

Considerata il manifesto del Dolce stil novo, questa poesia si basa su uno dei temi principali dello stilnovismo: la figura della donna-angelo. Vediamo nel dettaglio di cosa parla, stanza per stanza, e come realizzare un'analisi del testo dettagliata della poesia.

AL COR GENTIL REMPAIRA SEMPRE AMORE: STANZE

Vediamo brevemente i temi trattati, stanza per stanza:

Prima stanza

L’amore ritorna sempre al cuore nobile, proprio come come alla casa, così come l’uccello torna nel bosco. L’amore e il cuore nobile vengono creati insieme dalla natura allo stesso modo. Così la luce cominciò a splendere non appena fu creato il sole e non prima.

Seconda stanza (equiparazione tra amore e cuore gentile)

Il cuore gentile è una pietra preziosa nella quale l’amore si annida come una virtù magica. Il cuore gentile è il ferro dentro il quale si cela il diamante. Così, al contrario, il cuore non nobile è fango sul quale il sole splende invano.

Quarta stanza

Il sole colpisce il fango tutto il giorno, ma il fango resta tale. Non per questo il sole cessa di risplendere. I superbi: ”io sono nobile per stirpe - dicono - io discendo da una famiglia nobile, ebbene io paragono chi dice ciò al fango e la vera nobiltà la paragono al sole, perché non si deve credere che ci sia nobiltà indipendentemente dal cuore gentile.

Quinta stanza

Guinizelli immagina di trovarsi dopo la morte al cospetto di Dio, che gli chiederà ragione del fatto che in terra si sia dato ad un amore vano, profano. Dio lo rimprovererà di aver rivolto a questo amore vano e terreno le lodi e le devozioni che si convengono soltanto a lui e alla Madonna.

A questo rimprovero Guinizelli immagina che la sua anima risponda: ”la donna del mio amore aveva l’aspetto di un angelo del paradiso, dunque non fu peccato il mio se a lei rivolsi il mio amore.

AL COR GENTIL REMPAIRA SEMPRE AMORE: COMMENTO E ANALISI

Ascolta su Spreaker.

Nella quarta stanza Guinizelli in modo esplicito ci dice che l’amore nasce solamente nei cuori nobili, ma questi ultimi non sono tali per diritto ereditario. Lo sono solo se è nobile il loro animo.

Nella quinta stanza affiora l’immagine della donna-angelo.

All’interno del componimento, emergono una serie di temi tipici del periodo. Le idee esprimono la rivendicazione della nobiltà d’animo da parte di quella classe sociale, la borghesia, che ha conquistato il potere economico e aspira ad essere riconosciuta e trattata alla pari della nobiltà di origine feudale.

Questa nuova classe sociale tiene ad affermare che la nobiltà vera consiste nella cultura, nell’onestà, nelle buone maniere e nella liberalità nel sapersi comportare correttamente in società e non dipende dalla nascita.