Come diventare addetto stampa: lavoro, requisiti, stipendio

Di Redazione Studenti.

Come diventare addetto stampa: il lavoro, i requisiti, lo stipendio. Cosa fa un addetto stampa, quanto guadagna e come lavorare in un ufficio stampa

COME DIVENTARE ADDETTO STAMPA

Come diventare addetto stampa: ecco i trucchi del mestiere
Come diventare addetto stampa: ecco i trucchi del mestiere — Fonte: istock

Nel mondo dell'informazione le professioni sono moltissime. Ma ce n'è una che ha assunto negli anni un'importanza sempre crescente: quella dell'addetto stampa. Ma chi è e cosa fa esattamente?

La figura dell'addetto stampa lavora all'interno di un ufficio stampa. Fa sostanzialmente da tramite fra il mondo che rappresenta (un'azienda, un'istituzione, un ente locale, un politico, un personaggio famoso) e il multiforme mondo dell'informazione.

ADDETTO STAMPA COSA FA

Un ufficio stampa tradizionale è centrale nell'organigramma dell'impresa e colloquia solo con i giornalisti. Ha diversi compiti:

  • Preparare i comunicati stampa per i giornalisti, ovvero dei documenti che contengano tutte le informazioni essenziali perché un giornalista possa scrivere una notizia a partire dai dati forniti dall'azienda. Il comunicato stampa è il principale mezzo attraverso sui un ente o un'azienda comunica all'esterno.
  • Assicurarsi che i giornalisti che interessano al cliente leggano il documento e si dicano eventualmente disponibili a scrivere una notizia. È necessario perciò effettuare dei recall giornalieri, ovvero delle telefonate con cui si entri direttamente in contatto con la stampa.
  • Monitorare sistematicamente, giorno dopo giorno, la visibilità del cliente sui media redigendo la rassegna stampa, ovvero un elenco dettagliato che deve essere completato già al mattino che contenga il nome della testata, la data dell'articolo, il titolo, l'autore e il testo dell'articolo.
  • Prestare assistenza ai giornalisti che eventualmente chiedano aiuto per redigere una notizia a partire da documenti o intervistando qualcuno in particolare. L'ufficio stampa ha anche il compito, perciò, di agevolare il lavoro dei giornalisti organizzando interviste con i giusti interlocutori e verificando il modo in cui le notizie vengono riportate.

ADDETTO UFFICIO STAMPA

Per avere rapporti proficui e duraturi con i giornalisti è necessario conoscere il sistema stampa in Italia, le differenze tra i vari media e tenersi continuamente aggiornati: ciò è possibile solo se spinti da una genuina passione per il proprio mestiere.

A differenza di quel che si può pensare, non è affatto semplice scrivere un comunicato stampa chiaro, semplice ed efficace. Solitamente un comunicato stampa va inviato alle agenzie entro le 13, ai quotidiani prima delle 18 e ai settimanali una settimana prima della pubblicazione.

La mailing list è assolutamente fondamentale per lavorare in questo campo. Si tratta dell'elenco dei giornalisti (nome, nome della testata, email, numero telefonico) a cui inviare il materiale informativo e promozionale. La si perfeziona nel corso dei mesi e degli anni, e tenerla sempre aggiornata è un vero e proprio lavoro nel lavoro. Le mailing devono essere tagliate con cura su misura dell'azienda.

Un buon professionista deve diventare una fonte di informazione credibile ed autorevole che collabora con i giornalisti, e quindi, che fornisce un servizio e deve essere sempre disponibile a collaborare con il giornalista, tempestivamente.

ADDETTO STAMPA LAVORO

Il mestiere di addetto stampa lo si apprende facendolo. Non è necessario un titolo di studio specifico, ma spesso approdano a questa professione laureati in materie umanistiche. È obbligatoria l'iscrizione al tanto discusso Albo dei Giornalisti solo in caso si voglia lavorare come addetto stampa in una pubblica amministrazione.

Oltre alla preprarazione e allo studio, ciò che distingue un addetto stampa "normale" da uno davvero "bravo" è la capacità relazionale, e la predisposizione alle nuove conoscenze, per tessere una rete di conoscenze sempre più fitta e organica.

Proporsi come liberi professionisti è molto rischioso, mentre un'esperienza di tirocinio (spesso non pagato) presso una realtà affermata (agenzia di comunicazione, aziende, casa editrice) vi permetterà di muovere i primi passi in questo campo.

Non mancano i corsi e i master anche in questo campo, ma sono a pagamento. Con lo sviluppo e la diffusione di internet, un'abile conoscenza delle logiche alla base dei social network non può che essere utile: un tempo l'ufficio stampa traduizionale era per lo più legato alla carta stampata, mentre oggi i social media sono diventati nuovi vettori di informazione e comunicazione. Vale a dire sia che le aziende usano i social per comunicare con i giornalisti, sia i giornalisti sono più facilmente intercettabili online, spesso bypassando le redazioni tradizionali.

Su internet, inoltre, non mancano i siti su cui trovare informazioni su questo mestiere, e testimonianze di chi lo fa da anni. Come in tutti i mestieri, anche in questo settore il guadagno è proporzionale all'esperienza, all'importanza del cliente per cui si lavora, alla responsabilità che si riveste all'interno di un ufficio stampa.

LAVORARE IN UFFICIO STAMPA REQUISITI

Ma cosa rende davvero bravo un addetto stampa?

  • Accuratezza
    Essere sicuri di ciò che si scrive: controllare le informazioni dalla fonte ufficiale, controllare le cifre, i dati, evitare errori di grammatica e di sintassi.
  • Brevità
    Concentrare il comunicato nel minor numero di parole, abolendo aggettivi e avverbi superflui e ogni altro tipo di involuzione della forma.
  • Chiarezza
    Parlare lo stesso linguaggio del lettore, ossia del giornalista, che a propria volta dovrà parlare quello dei suoi lettori: facilitargli il compito vorrà dire migliorare il nostro risultato. Un'idea in ogni periodo; un concetto compiuto in ogni frase; sequenze lineari e ben ritmate di soggetti, verbi e complementi.

(Tratto da www.mestierediscrivere.com)

Sai cosa vorresti diventare ma non sai come? Dai un'occhiata alle nostre guide: