Abbandono scolastico: cosa fare? Nasce un progetto per evitarlo

Di Veronica Adriani.

Come funziona School4Life, progetto contro l'abbandono scolastico promosso dal consorzio Elis per orientare alle STEM (e non solo) 15.000 studenti

ABBANDONO SCOLASTICO

L'abbandono scolastico in Italia è al di sopra della soglia fissata dalla strategia Europa 2020. Cosa fare?
L'abbandono scolastico in Italia è al di sopra della soglia fissata dalla strategia Europa 2020. Cosa fare? — Fonte: getty-images

L'abbandono scolastico in Italia è al di sopra della soglia fissata dagli obiettivi europei per il 2020: 13,1% contro il 10% cui puntava l'Europa. Le regioni più colpite sono cinque: Sardegna, Campania, Sicilia, Lombardia e Liguria.

Per questa ragione, contrastare il fenomeno con azioni concrete, è assolutamente necessario. E lo è soprattutto se si pensa che secondo il rapporto Ocse 2019 i disoccupati con licenzia media sono il doppio dei diplomati e quasi il quadruplo dei laureati.

IL PROGETTO SCHOOL4LIFE

Una prima risposta per il contrasto all'abbandono scolastico arriva da School4Life, progetto del consorzio Elis ora in partenza. Il consorzio, che al suo interno comprende oltre 100 imprese italiane, ne coinvolge 11 per portare avanti attività di orientamento in oltre 600 scuole, per un totale di circa 15.000 studenti coinvolti.

Lo scopo? Orientare i ragazzi al lavoro in azienda, soprattutto nel settore STEM: "Grazie alla collaborazione tra scuole e imprese" dicono dal Consorzio "School4Life sarà in grado di affrontare le difficoltà sperimentate dai giovani, unendo competenze didattiche e pedagogiche con una conoscenza dei saperi in relazione al mondo del lavoro".

ORIENTAMENTO SCOLASTICO: ATTIVITÀ

Nello specifico, ecco in cosa consisteranno le attività:

Le attività di orientamento con gli studenti vedranno coinvolti tra gli altri, come role model e mentor, professionisti delle aziende e studenti universitari. Incontri di orientamento si alterneranno con la realizzazione di progetti di gruppo, maratone di creatività e altre attività pensate per offrire momenti di confronto e apprendimento su base esperienziale. Programmi formativi per docenti, webinar per genitori e lo sportello Noi Restiamo per il recupero di situazioni a rischio, saranno invece gli strumenti rivolti agli adulti che accompagnano i ragazzi nel loro percorso scolastico.

Leggi anche: