Come studiare per la terza prova di Maturità 2018

Di Valeria Roscioni.

Terza prova 2018: ecco come ripassare tutte le materie per il terzo scritto della Maturità. Scopri le risorse per il ripasso veloce

STUDIARE TUTTO IL PROGRAMMA PER LA TERZA PROVA DI MATURITà

Lunedì 25 giugno 2018 i maturandi di tutta Italia dovranno affrontare la terza prova, l’ultimo degli scritti dell’esame di Stato prima del colloquio orale. Si tratta di una prova non ministeriale che verterà, a seconda della tipologia, su diverse delle discipline di quinta superiore. Arrivare preparati è fondamentale per riuscire a strappare un buon punteggio e arrivare più sereni al confronto diretto con la commissione: in questa guida trovi tutte le dritte per prepararti correttamente per la terza prova.

  1. Terza prova Maturità 2018: tutto per arrivare preparati
  2. Maturità 2018: come organizzare il ripasso per la terza prova
  3. Terza prova 2018: gli appunti per tutte le materie

1. TERZA PROVA MATURITÀ 2018: TUTTO PER ARRIVARE PREPARATI

I giorni che precedono la terza prova di maturità di solito sono un vero e proprio tour de force per gli studenti. Anche quest’anno i maturandi, già provati da ben due scritti consecutivi, avranno solo tre giorni prima di tornare tra i banchi lunedì 25 e affrontare l'ultimo scritto dell'esame di Stato.
Per non farti scoraggiare né farti sopraffare dalla stanchezza è meglio guardare il bicchiere mezzo pieno: ormai la metà esatta dell'esame è superata, perciò tanto vale stringere i denti e arrivare alla prova con la giusta preparazione, senza contare poi che il ripasso per la terza prova potrà tornarti utile anche per l'orale della maturità 2018.

Oltre che da un punto di vista prettamente didattico, è importante arrivare preparati alla terza prova anche per ciò che concerne le modalità di svolgimento. Come di certo saprai, infatti, il terzo scritto di Maturità – a differenza dei precedenti – non è ministeriale: è la tua commissione a decidere, sulla base di alcuni parametri, tipologia e domande da inserire nella traccia. Vuoi saperne di più? Qui trovi tutte le informazioni sulla terza prova di Maturità.

2. MATURITÀ 2018: COME ORGANIZZARE IL RIPASSO PER LA TERZA PROVA

La grande difficoltà della terza prova consiste nel doversi misurare con tante discipline insieme nello stesso momento. Dopo 5 anni passati a rimandare compiti in classe perché «Prof, quel giorno già ce n’è un altro fissato» non è particolarmente semplice doversi preparare su più discipline contemporaneamente. Ecco come puoi organizzare il lavoro:

1. Programmi di quinta superiore alla mano
Le domande della terza prova, così come quelle dell’esame orale, potranno vertere esclusivamente sugli argomenti studiati durante il quinto anno di superiori, che verranno messi per iscritto nei programmi di ciascuna materia che almeno due degli studenti dovranno firmare. Quindi due consigli:

  • Attenzione a leggerli attentamente prima di apporre la firma (non si sa mai che, per sbaglio, i professori abbiano aggiunto qualche argomento in più);
  • Rimediane una copia per ciascuna materia (ne hai diritto!): ti sarà utile per sapere cosa ripassare.

2. Prepara una tabella di marcia
Una volta letti attentamente i programmi, dovrai organizzare il lavoro in una tabella di marcia a seconda dei giorni a tua disposizione. Ovviamente è consigliabile non ridursi all’ultimo momento: inizia a ripassare in vista della terza prova non appena terminate le lezioni e non solo una volta conclusa la seconda prova. Gli ultimi giorni potrai così dedicarli a un ripasso più sommario.
Qui puoi trovare alcune dritte per studiare al meglio più materie contemporaneamente.

3. Utilizza schemi, appunti, riassunti e mappe concettuali
Con tutte le materie che dovrai rivedere, ti sconsigliamo di ripassare dal libro (a meno che non si tratti di argomenti per te nuovi, che per svogliatezza non hai studiato durante l’anno). Meglio armarti di schemi, appunti, riassunti e mappe concettuali per fissare nella mente i concetti base. Se non possiedi nulla di tutto ciò puoi chiedere ai tuoi compagni di classe, oppure dare un’occhiata al paragrafo 3 di questa guida.

4. Studia in compagnia
Confrontare le tue conoscenze con quelle di un compagno di classe, colmare l’un l’altro le vostre lacune, è senza alcun dubbio un’ottima idea. Organizza delle giornate di studio con qualche amico, lontani da smartphone e dispositivi elettronici: rivedere insieme gli argomenti del quinto superiore vi aiuterà ad evitare che l’ansia abbia il sopravvento e a prepararvi con maggiore consapevolezza alla terza prova.

5. Metti alla prova le tue conoscenze
Dopo aver ripassato e ripetuto, dovrai mettere alla prova le tue conoscenze per vedere quanto realmente hai compreso. Sempre con un compagno potete farvi a vicenda una serie di domande, magari trasformandolo in una sorta di gioco al termine del quale chi ha risposto a più domande vince un bel gelato. Oppure, puoi metterti alla prova con i nostri test di Maturità per la terza prova.

6. Allenati con le simulazioni
Durante l’anno, i professori ti avranno sottoposto diverse simulazioni di terza prova: cerca di recuperare le tracce, magari chiedendole direttamente ai professori, e di allenarti a rispondere correttamente alle domande presenti. Oppure puoi provare a confrontarti con una simulazione di terza prova completamente nuova: su internet troverai diversi esempi, ad esempio a questo link.

3. TERZA PROVA 2018: GLI APPUNTI PER TUTTE LE MATERIE

Proprio per aiutarti in questa impresa titanica abbiamo messo a punto una serie di link che possono esserti utili per ripassare velocemente e bene le materie principali. Troverai tanti appunti degli argomenti più importanti per ciascuna disciplina e riuscirai così a prepararti bene e in poco tempo.

Inoltre, qui trovi una guida che ti spiega come fare per capire in anticipo quali saranno le domande della terza prova. In questo modo sarà più semplice concentrarti su determinati argomenti durante il ripasso!