110 e lode e dottorati: con la legge di Bilancio si facilita l'ingresso nel mondo del lavoro

Di Maria Carola Pisano.

110 e lode e dottorati di ricerca: la legge di Bilancio punta a facilitarne l'ingresso nel mondo del lavoro con gli sgravi fiscali previsti

110 E LODE E DOTTORATI: IL BONUS PER STUDENTI MERITEVOLI

110 e lode e dottorati: sgravi fiscali per chi li assume
110 e lode e dottorati: sgravi fiscali per chi li assume — Fonte: istock

Nella legge di Bilancio non hano approvata c'è una misura volta a premiare gli studenti universitari migliori e a facilitarne l'ingresso nel mondo del lavoro. La legge prevede che le aziende che assumeranno giovani meritevoli che hanno conseguito la laurea con 110 e lode o il dottorato di ricerca potranno avere l'esonero dei pagamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un massimo di 12 mesi e fino a 8.000 euro. Questo il provvedimento della legge di Bilancio per incentivare l'ingresso nel mondo del lavoro degli studenti più meritevoli.

La legge di Bilancio che non è stata ancora approvata prevede sgravi fiscali per l'assunzione di candidati con i seguenti requisiti:

  • giovani che hanno conseguito la laurea magistrale nel periodo tra il 1 gennaio 2018 e il 20 giugno 2019 con votazione di 110 e lode, ottenuta entro la durata legale del corso di studi e entro il compimento dei trant'anni. Valgono i titoli conseguiti in università statali e non, italiane o estere equipollenti. Fanno eccezione i titoli conseguiti presso le università telematiche;
  • giovani che non hanno superato i 34 anni e che hanno concluso un dottorato di ricerca nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 in una delle università statali e non legalmente riconosciute italiane, fatta eccezione per le università telematiche.

ASSUNZIONI 110 E LODE E DOTTORATI

Durante l'audizione alla camera dei deputati il Ministro dell'Istruzione Bussetti ha dichiarato che questa misura inserita nella legge di Bilancio faciliterà l'ingresso nel mondo del lavoro dei giovani migliori. Le imprese potranno contare sugli sgravi fiscali per l'assunzione di questi giovani o per la trasformazione dei rapporti di lavoro già in essere in rapporti a tempo pieno. Bussetti commenta: "Si dà così un’importante occasione, ai giovani di talento, per inserirsi nel mercato del lavoro e per contribuire al miglioramento della realtà produttiva del paese".