Colloquio di lavoro di gruppo: 10 regole per affrontarlo

Di Redazione Studenti.

Colloquio di lavoro di gruppo: sono tante ormai le aziende che decidono di fare le selezioni in questa modalità. Le 10 regole da seguire per fare un ottimo colloquio di gruppo

COLLOQUIO DI LAVORO DI GRUPPO

10 regole per affrontare un colloquio di lavoro di gruppo
10 regole per affrontare un colloquio di lavoro di gruppo — Fonte: getty-images

Se la tua lettera di presentazione e il tuo curriculum hanno conquistato le risorse umane, l'azienda potrebbe chiamarti per sostenere un colloquio di lavoro di gruppo. Si tratta di una prassi che sta prendendo sempre più piede tra le aziende perché permette un notevole risparmio sia a livello di tempo sia a livello economico.

COLLOQUIO DI LAVORO DI GRUPPO: 10 CONSIGLI PER AFFRONTARLO

Ecco 10 consigli e dettagli a cui prestare attenzione durante un colloquio di gruppo:

  • Sala d'attesa
    Sapete quando inizia il colloquio? In sala d'attesa! E' importante non arrivare in ritardo ma anche non presentarsi troppo in anticipo
  • Gesti e postura
    La postura quando siamo seduti a un colloquio è estremamente importante come anche i gesti. E' bene non muovere eccessivamente le mani e non giocherellare con gli oggetti
  • Saper ascoltare
    Una cosa importante del colloquio di gruppo è mostrarsi capaci di ascoltare le opinioni e i pareri degli altri.
    E' bene stare calmi e non farsi prendere dalla foga generando delle critiche sterili e non costruttive
  • Non dire mai "no"
    A un secco NO è preferibile utilizzare un "secondo me", al quale devono seguire necessariamente delle argomentazioni solide. Dimostrerete così di essere decisi e in grado di relazionarvi col prossimo
  • Il ruolo della squadra
    In caso i selezionatori vi pongano un caso ipotetico da analizzare con i vostri compagni, cercate di capire da subito qual è il vostro ruolo all'interno del gruppo e se siete in grado di fare da moderatore
  • Tono di voce
    Anche la voce è molto importante nei colloqui di gruppo: utilizzare un tono modulato e soprattutto non sovrapporsi agli altri mentre si parla sono elementi che bisogna tenere sempre ben presenti.
  • No alla timidezza!
    Non mettersi in disparte, non mostrarsi imbarazzati e non esporre le proprie idee sono cose che vanno assolutamente messe al bando quando si fa un colloquio di gruppo. I selezionatori infatti non badano all'esito di quello che avete proposto, ma al modo in cui vi relazionate col gruppo. 
  • Essere propositivi
    Quando i selezionatori chiedono "Chi vuole essere il primo" proporsi e farsi avanti genera sempre una buona impressione perché denota intraprendenza
  • La prima impressione
    E' importante mostrarsi sicuri di sé, restare calmi e parlare tranquillamente senza perdere il filo del ragionamento: la prima impressione che date conta sempre molto
  • Immedesimati
    Ai colloqui di gruppo capita frequentemente che i reclutatori pongano ai candidati delle domande su situazioni ipotetiche che generalmente si situano nell'ambito della pura surrealtà.
    Questi esempi irreali vengono fatti per capire la capacità di reazione dei candidati davanti agli imprevisti, quindi è bene sempre immedesimarsi anche se le pseudo situazioni risultano assurde