I nostri speciali

Come e cosa comprare con 18app

10 libri sulla felicità che abbiamo scelto per te

Di Veronica Adriani.

Classici e contemporanei, saggi e romanzi, nati dalla penna di scrittori, filosofi o psicologi. Ecco i 10 libri sulla felicità che abbiamo scelto per te

LIBRI SULLA FELICITÀ

Leggere può dare la felicità? Secondo gli autori citati in questa lista, sì. Ecco come
Leggere può dare la felicità? Secondo gli autori citati in questa lista, sì. Ecco come — Fonte: istock

La felicità è da sempre uno dei temi più discussi dall'antichità ad oggi, e non è un caso. Scrittori, filosofi, sociologi, psicologi, si interrogano da sempre su un unico tema: come si fa ad essere felici? Non esiste - e probabilmente non esisterà mai - un libretto delle istruzioni della felicità, ma grazie alla letteratura possiamo contare su qualche buon consiglio. ecco una classifica dei migliori 10 libri sulla felicità da tenere sul comodino quando arriva la tristezza o hai bisogno di darti la carica.

LIBRI SULLA FELICITÀ E LA VITA

  • L'arte della felicità, Dalai Lama. E se il raggiungimento dlela felicità fosse tutta questione di equilibrio? Se per essere felici bastasse allontanare le energie negative e abbracciare quelle positive come la gentilezza, la tolleranza, la generosità? L'arte della felicità è un libro che viene dalla spiritualità orientale e che aiuta a esercitare una nuova pratica quotidiana: quella della compassione. Nessuna ricetta preconfezionata, ma un modo diverso di intendere l'equilibrio e il rapporto con gli altri.
  • 25 grammi di felicità. Come un piccolo riccio può cambiarti la vita, Massimo Vacchetta e Antonella Tomaselli. L'autore del libro i ricci li ama davvero, al punto da aver costruito per loro un piccolo centro di recupero. Perché? Perché un piccolo riccio lo ha aiutato ad uscire da uno dei periodi più bui della sua vita, restituendogli la gioia di vivere. Come? Essendo semplicemente sé stesso: curioso, affettuoso, giocherellone, indipendente. Proprio come i ricci che sono venuti dopo quel piccolo primo amico. 25 grammi di felicità è una storia semplice ma che racconta tanto. Soprattutto, di come si possa imparare tanto anche da creature che solo apparentemente sembrano tanto distanti da noi.
  • Il metodo Catfulness. La felicità insegnata da un gatto, Paolo Valentino. Hai mai pensato a quanto sarebbe più semplice la vita se fossi un gatto? Bene, in effetti lo ha fatto anche l'autore di questo libro. "[Noi gatti] non dobbiamo compiacere nessuno tranne noi stessi e così facendo rendiamo più felice anche chi ci sta intorno", si legge nel libro, e in effetti è vero: se a questo si aggiungono gli insegnamenti della mindfulness, ovvero dell'arte di vivere il presente con consapevolezza, si ottiene una singolare ricetta della felicità.
  • Cose non noiose per essere super felici, Mr. Wonderful. Forse hai già sentito questo nome: le sue illustrazioni con colori pastello riempiono da anni agende, biglietti, calendari, diffondendo positività e allegria. Questo libro non fa eccezione: un piccolo manuale di consigli di allegria e positività per compiere ogni giorno piccoli gesti rivoluzionari verso la felicità, come intingere il pane nell'uovo fritto, scoprire un nuovo angolo di città e anche - perché no - mandare qualcuno a quel paese.
  • Lettera sulla felicità (lettera a Menèceo), Epicuro. Un classico che potresti aver studiato sui banchi di scuola e che contiene - questo sì - preziosi insegnamenti di vita. A partire dal tetrafarmaco Epicuro classifica i desideri dell'uomo, e dunque le cause di infelicità. La ricetta? Esaudire i desideri necessari, moderare quelli non necessari ed evitare quelli vani - come la brama di potere - perché causa solo di male e infelicità. Un classico che ancora oggi dimostra di essere estremamente attuale.
  • L'arte di essere felici, Arthur Schopenhauer. Un altro classico, completamente diverso dal precedente. Il grande filosofo, in 50 massime, espone con lucidità i suoi pensieri riguardo alla felicità, intesa piuttosto come un modo di evitare il dolore e l'infelicità. Una visione senz'altro più pessimistica di quella epicurea, ma ugualmente attuale.
  • Momenti di trascurabile felicità, Francesco Piccolo. Esistono piccoli piaceri quotidiani che non hanno nulla a che vedere con la felicità. O forse sì? Secondo Francesco Piccolo sono proprio quelli che rendono davvero unica la vita: l'attesa della propria ragazza davanti al camerino di un negozio di abbigliamento, i giorni d'agosto in città, il curiosare nelle case in cui non sei mai stato. Sembrano attimi volatili, ma invece sono qualcosa di più.
  • Curarsi con i libri - rimedi letterari per ogni malanno, Susan Elderkin, Ella Berthoud. C'è chi, quando è triste, non può fare a meno di cercare rifugio tra le pagine di un libro. Fra questi ci sono sicuramente anche le autrici di questo volume, che torna in versione ampliata e aggiornata per regalare consigli (letterari) per guarire tutti i malanni: il mal d'amore con Fenoglio, il mal di testa con Hemingway, l'arroganza con Jane Austen...pronto a cercare la tua cura di parole?
  • Perché essere felice quando puoi essere normale?, Jeanette Winterson. La storia che Winterson racconta è quella di una ragazza di 16 anni che lotta per affermare sé stessa e la propria omosessualità in una famiglia conservatrice e repressiva. "Perché essere felice quando puoi essere normale?" è la risposta che la protagonista riceve da sua madre quando decide di mollare tutto per seguire la sua compagna e vivere con lei in una Mini presa in prestito. Perché normalità e felicità non sempre coincidono.
  • Lagom. Il segreto svedese della felicità, Akerstrom Lola. Dagli svedesi arriva un piccolo manuale di felicità che passa per mettere ordine nelle piccole cose, godendone appieno. "Lagom är bäst" è un proverbio svedese: "Non troppo, non troppo poco, il giusto". La felicità, insomma, passa innanzi tutto per la misura.