Vietato fumare nei cortili delle scuole

Di Barbara Leone.

La Commissione Salute del Senato sta vagliando un emendamento che, se approvato, vieterà di fumare anche nei cortili e negli spazi all'aperto degli istituti scolastici

La Commissione Salute del Senato sta esaminando un decreto legge che prevede il divieto di fumo a scuola. All'interno degli istituti italiani già da tempo è vietato fumare, ma in questi giorni si sta vagliando la possibilità di estendere il divieto anche nei cortili o negli spazi all'aperto degli istituti. Il divieto di fumo nelle scuole fa parte del ddl “Disposizioni per la tutela della salute e per la prevenzione dei danni derivanti dal consumo dei prodotti del tabacco”, presentato due anni fa dal senatore del Pd Ignazio Marino. L'articolo 5 del decreto prevede il divieto di fumo in tutte le scuole di ogni ordine e grado. In questi giorni maggioranza e opposizione si stanno confrontando sui vari punti del decreto e sono stati presentati nuovi emendamenti, tra i quali quello di mettere il divieto di fumo nei cortili scolastici.

Come riporta la rivista specializzata “La Tecnica della scuola”, il senatore Marino aveva così spiegato il provvedimento: “In questo modo diminuirà drasticamente il rischio di subire il fumo passivo. Si tratta di una forma di tutela che ogni istituzione dovrebbe garantire ai cittadini e, a maggior ragione, ciò dovrebbe essere ovvio nel luogo in cui i nostri figli trascorrono la maggior parte del loro tempo”.

Sono in molti a pensare che l'emendamento verrà approvato in tempi brevi, dato che c'è accordo tra maggioranza ed opposizione, e che potrebbe tramutarsi in legge già durante il prossimo autunno. In questo modo gli insegnanti e gli studenti che magari adesso fumano nei cortili della scuola non potranno più farlo e dovranno attendere il suono della campanella per uscire dall'istituto scolastico e poter fumare all'aperto.