Vietato bocciare: news dal Miur

Di Maria Carola Pisano.

Tutti promossi e vietato bocciare alla scuola primaria e scuola secondaria di primo grado: le news dal Miur

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

BOCCIATURA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

Aveva fatto molto scalpore una novità introdotta dalla Buona Scuola per tutte le classi di scuola primaria e scuola secondaria di primo grado: da quest'anno gli alunni sarebbero stati tutti promossi, fatta a eccezione per casi particolari e motivati. Per tutti gli studenti a rischio si dovranno programmare una serie di strategie alternative per migliorarne l'apprendimento ed evitare che, rispetto al resto della classe, rimangano indietro e non si sarebbe potuto bocciare se non in caso di decisione unanime di tutto il consiglio di classe. Vietato bocciare e tutti promossi per il prossimo anno scolastico? Ecco le news del Miur che ci aiutano a fare chiarezza.

Vietato bocciare e tutti promossi? Le parole della Fedeli
Vietato bocciare e tutti promossi? Le parole della Fedeli — Fonte: getty-images

BOCCIATURA SCUOLA NORMATIVA 2017

A fare chiarezza arriva il comunicato del Miur con le parole della Ministra Valeria Fedeli che chiariscono gli obiettivi della normativa in merito alla bocciatura nella scuola primaria e in quella secondaria di primo grado: "Vietato bocciare? Spirito legge diverso, stiamo costruendo una scuola più inclusiva". L'inclusione è la parte centrale della normativa, che ha lo scopo di "Lottare contro le povertà educative, attivando, prima degli scrutini finali, tutte le misure di accompagnamento possibili per non lasciare indetro nessuno". Tutti promossi e vietato bocciare sono semplificazioni che nascondono quindi un processo più complicato che riguarderà la scuola a partire da quest'anno.

BOCCIATURA SCUOLA PRIMARIA

A proposito della bocciatura nella scuola primaria, continua la Ministra: "Alla primaria varrà la normativa già oggi vigente: la non ammissione è prevista solo in casi eccezionali e con decisione unanime dei docenti della classe. Ma con una novità: esplicitiamo che l’ammissione è prevista anche in caso di livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione". La scuola, preso atto del livello di apprendimento dello studente, sarà responsabile della messa in atto tutte le strategie per evitare che lo stesso rimanga indietro.

BOCCIATURA SCUOLA SECONDARIA

Nella scuola secondaria di primo grado resta ferma la possibilità di bocciatura per le troppe assenze - gli studenti devono frequentare almeno 3/4 dell'anno scolastico-. L'ammissione può essere agevolata anche in casi di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento, e la scuola dovrà cercare strategie e metodi educativi alternativi per aiutare lo studente a non rimanere indietro. La Ministra conclude "Quindi, nessuna promozione garantita ‘per legge’, ma un diverso sistema di valutazione che aiuta a superare le lacune formative e tiene conto dei tempi soggettivi di apprendimento. Mettendo in pratica anche la lezione di Don Milani, su cui di recente ci siamo soffermati con una riflessione anche al Ministero: la scuola è scuola se include. Se perde i ragazzi più deboli, la scuola non è scuola. È un ospedale che cura i sani e respinge i malati".