Controllo utente in corso...

Guerra civile spagnola, l'antifascismo, l'URSS prima della 2 guerra mondiale, la seconda guerra mondiale, la resistenza, la nascita della repubblica italiana, il boom economico

Voto

Analisi dettagliata su tutti questi argomenti con particolare attenzione alle cause, alle conseguenze e ai vari collegamenti tra gli eventi

Materia: storia

Guerra civile spagnola Guerra civile spagnola Spagna: dopo la guerra Paese basato su un'agricoltura feudale con latifondisti e una forte chiesa autoritaria Rivendicazioni autonomiste nei paesi Baschi e in Catalogna Fino al 1930 c'era stato il regime autoritario di Miguel primo di Rivera in seguito nelle elezioni del 1931 c'era stata la vittoria delle forze di sinistra, poiché la borghesia agiata era passata al Repubblicano. Il re fu cacciato e fu proclamata nel1931 la repubblica spagnola. Il nuovo governo di sinistra cercò di attuare le seguenti riforme: Laicizzazione dello stato Riforma agraria Nazionalizzazione dei servizi pubblici Nel 1933 però vinsero le elezioni le forze si centro-destra annullando tutte le riforme attuate da quelle di sinistra. Nelle elezioni del 1936
le forze di sinistra si unirono nel frente popular formato do: Socialisti Anarchici Comunisti Poum ( comunisti anti- stalinisti) Vittoria del frente popular, che voleva attuare la laicizzazione dello stato e la riforma agraria. A questo si opposero le forze reazionarie (esercito,latifondisti,chiesa). Francisco Franco con l'esercito a Marocco marciò verso Madrid per rovesciare il governo con la forza. Ne seguì una dura guerra civile che coinvolse tutta la popolazione e anche gli stati esteri come: Italia e Germania a sostegno del “caudillo”, mentre Francia e G. Bretagna non intervennero. Solo l'URSS aiutò il partito repubblicano, ma i comunisti sotto le direttive del Comintern si scontrarono con gli anarco-socialisti. Il governo comunista instaurato da questi ultimi fallì e vinse così Francisco che con il partito unico, la Falange, tenne il potere fino alla morte. L' antifascismo L'affermazione di regimi totalitari in Europa, portò alla nascita di numerosi gruppi antifascisti, alcuni operavano in clandestinità in patria, ma la maggior parte di essi operava all'estero ed era formata dai partiti politici esiliati dal fascismo. Fino agli anni '30 il fronte antifascista rimaneva diviso a causa dei contrasti che esistevano fra: Liberali democratici Cattolici Socialisti Comunisti E che erano gli stessi contrasti che avevano portato all'avvento del fascismo. Nel 1927 fu creata dai socialisti e liberali democratici la “ concentrazione antifascista”, a cui non parteciparono i comunisti che ritenevano queste due forze politiche responsabili dell'avvento del fascismo e non ne condividevano il programma: Restaurazione della democrazia Nascita della repubblica La concentrazione però perse molte adesioni, quando fu fondato da Carlo Rosselli, il movimento “Giustizia e libertà” e per la perdita dell'adesione partito socialista. Nel 1934 dopo l'avvento del nazismo, di fronte al pericolo di un prossimo conflitto mondiale le forze antifasciste si unirono a comunisti e socialisti e siglarono il patto d'unità d'azione. Anche l'internazionale socialista e comunista diminuirono i contrasti tra loro tanto che in un congresso del Comintern fu creato il “fronte
Leggi il testo completo della videolezione »


Altre video lezioni di storiavedi tutte

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Guerra civile spagnola, l'antifascismo, l'URSS prima della 2 guerra mondiale, la seconda guerra mondiale, la resistenza, la nascita della repubblica italiana, il boom economico...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Carica un appunto Home Appunti