Controllo utente in corso...

Faust di Goethe

Voto

Analisi generale del Faust di Goethe: Il mito di Faust; La composizione del poema; La tragedia della conoscenza e la tragedia dell'amore

Materia: lingue-straniere

Il mito di Faust 1.Il mito di Faust Goethe conobbe il Faust di Marlowe nel 1818 ed alcuni elementi sono riscontrabili nella sua opera in quanto egli ha spesso seguito le sue fonti nei minimi particolari .Così la storia degli antecedenti di questo mito è importante per comprendere il dramma di Goethe. Questa storia prende le mosse dalla figura storica di Georg Faust,ma è certo che da Simon Mago in poi tutta l'era cristiana offre numerose storie di maghi e di patti con il diavolo.Ma con essi ci si pone sempre obiettivi mondani e limitati. Così Cipriano di Antiochia si serve del patto per piegare,senza riuscirvi,la virtù di Giustina,e Teofilo di Adana per vendicarsi del vescovo che l'aveva rimosso dalla
sua carica e prenderne il posto. Invece il patto di Faust presente già nel Volkbuck del 1857 viene effettuato per conoscere ed è questa ambizione che annuncia una grande novità per cui valeva davvero la pena di sottoscrivere un patto con il proprio sangue. Il personaggio del Volkbuck è l'interprete delle aspirazioni dell'Umanesimo e del Rinascimento a scrutare i segreti della natura per prenderne possesso:la scienza moderna prendeva coscienza di sé stessa rivalutando la magia contro la condanna cristiana e distinguendo la magia naturale da quella cerimoniale (che ricorreva ai demoni).L'autore del Volkbuck,con ogni probabilità un luterano ortodosso che aveva di mira proprio questo tipo di filosofi naturali,tendeva ad annullare tale distinzione e a reinserire gli umanisti nell'ambito della magia cerimoniale .I contorni incerti del Faust storico lo rendevano particolarmente adatto a quest'operazione. Georg Faust appare in varie città tedesche,tra cui Wittemberg,dal 1506 in poi e muore a Staufen.Le testimonianze ce lo presentano decisamente come un ciarlatano. Nel 1587 lo stampatore luterano francofortese Jhoann Spiess pubblica la Historia von D. Jhoann Fausten in cui Faust evoca il diavolo in una foresta presso Wittemberg.Al terzo incontro si conclude il patto:Faust ripudia la fede cristiana e in compenso Mefistofele si impegna a servirlo per ventiquattro anni.Tutta la storia non ha però più nulla in comune con il Faust storicamente esistito.Si serve delle leggende accumulatesi intorno a questo personaggio per contrapporre alla hybris degli umanisti i sicuri binari della religione. Probabilmente il successo del libro è dovuto proprio al fatto che rappresentava quell' Umanesimo che era stato soffocato e assorbito dalla Riforma. L'Historia avrebbe fatto di Faust il personaggio positivo e un simbolo dei tempi nuovi. Per settantacinque anni non si ha più nessun rifacimento e ciò può essere spiegato con la fine delle inquietudini borghesi prima e durante la guerra dei Trent'anni. Sarà Pfitzer a riprendere il tema e introdurrà nel suo libro un elemento nuovo:l'amore di Faust per una fanciulla bella ma povera. E si può pensare che Goethe prese da lui lo spunto per la figura di Margherita. L'Historia del 1592,poi,attirò l'attenzione del grande drammaturgo elis
Leggi il testo completo della videolezione »


Altre video lezioni di lingue-stranierevedi tutte

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Faust di Goethe...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Carica un appunto Home Appunti