Primo Levi, le ragioni del suicidio: I sommersi e i salvati

Voto

durata 11:44

Materia: italiano Relatore: Marco Belpoliti In collaborazione con Oilproject
Le ragioni del suicidio di Primo Levi, avvenuto l'11 aprile 1987, sono insondabili e, come in qualsiasi caso di suicidio, è possibile formulare solamente vaghe ipotesi. Uno dei principali motivi di difficoltà dello scrittore potrebbe essere stato il senso di vergogna dell'essere sopravvissuto al genocidio nazista a differenza di milioni di vittime e, al contempo, il penoso ma necessario compito della testimonianza dell'orrore vissuto. "Sommersi e salvati" è il testo in cui Levi esprime più chiaramente la disperazione che si prova da superstiti, data dalla mancanza di risposta all'interrogativo "perché io e non un altro?": una domanda radicale e bruciante che lo condusse a una forte depressione.

Le ragioni del suicidio di Primo Levi, avvenuto l'11 aprile 1987, sono insondabili e, come in qualsiasi caso di suicidio, è possibile formulare solamente vaghe ipotesi. Uno dei principali motivi di difficoltà dello scrittore potrebbe essere stato il senso di vergogna dell'essere sopravvissuto al genocidio nazista a differenza di milioni di vittime e, al contempo, il penoso ma necessario compito della testimonianza dell'orrore vissuto. "Sommersi e salvati" è il testo in cui Levi esprime più chiaramente la disperazione che si prova da superstiti, data dalla mancanza di risposta all'interrogativo "perché io e non un altro?": una domanda radicale e bruciante
che lo condusse a una forte depressione.
Leggi il testo completo della videolezione »


Altre video lezioni di italianovedi tutte

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Primo Levi, le ragioni del suicidio: I sommersi e i salvati...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Carica un appunto Home Appunti