Andrea Cortellessa introduce e commenta "La Vita Nova" di Dante Alighieri

Voto

durata 24:00

Materia: italiano Relatore: Andrea Cortellessa In collaborazione con Oilproject
"La vita nova" si puo considerare la prima opera di Dante compiutamente strutturata, composta tra il 1292 e il 1293 e edita per la prima volta nel 1576. Come tante opere medievali "La vita nova" vede l'alternanza di versi e prosa ed è per questo definibile un organismo prosimetrico. Si tratta di un'antologia della prima produzione lirica del poeta, ispirata alla giovane amata Beatrice- morta prematuramente- e dedicata alla spiegazione di molti temi della propria poetica. L'opera, scritta in volgare, è composta da due sezioni: la prima espressione dell'amore per Beatrice in vita, la seconda dedicata alla consolazione e spiegazione della sua morte. Tale struttura divisa in due parti vita - morte verrà ripresa da Petrarca. Il titolo dell'opera allude al rapporto di reciproco sostegno tra letteratura e vita, in cui l'una illumina l'altra e viceversa. All'interno de "La Vita Nova" si trovano numerose spiegazioni di versi ed episodi cui si alternano sogni, visioni e spiegazioni dottrinarie: lo sfondo è quello di immagini descrittive di Firenze e della boheme poetica di cui Dante faceva parte. Tale ambientazione avrà in seguito molta fortuna nell'immaginario decadentista. Mentre nella prima parte predominano poemetti dedicati a Beatrice ispirati ai moduli stilnovistici, nell'ultima si profetizza la mirabile visione della donna amata, che diverrà l'oggetto del racconto nella successiva opera di Dante, la "Divina Commedia".

"La vita nova" si puo considerare la prima opera di Dante compiutamente strutturata, composta tra il 1292 e il 1293 e edita per la prima volta nel 1576. Come tante opere medievali "La vita nova" vede l'alternanza di versi e prosa ed è per questo definibile un organismo prosimetrico. Si tratta di un'antologia della prima produzione lirica del poeta, ispirata alla giovane amata Beatrice- morta prematuramente- e dedicata alla spiegazione di molti temi della propria poetica. L'opera, scritta in volgare, è composta da due sezioni: la prima espressione dell'amore per Beatrice in vita, la seconda dedicata alla consolazione e spiegazione
della sua morte. Tale struttura divisa in due parti vita - morte verrà ripresa da Petrarca. Il titolo dell'opera allude al rapporto di reciproco sostegno tra letteratura e vita, in cui l'una illumina l'altra e viceversa. All'interno de "La Vita Nova" si trovano numerose spiegazioni di versi ed episodi cui si alternano sogni, visioni e spiegazioni dottrinarie: lo sfondo è quello di immagini descrittive di Firenze e della boheme poetica di cui Dante faceva parte. Tale ambientazione avrà in seguito molta fortuna nell'immaginario decadentista. Mentre nella prima parte predominano poemetti dedicati a Beatrice ispirati ai moduli stilnovistici, nell'ultima si profetizza la mirabile visione della donna amata, che diverrà l'oggetto del racconto nella successiva opera di Dante, la "Divina Commedia".
Leggi il testo completo della videolezione »


Altre video lezioni di italianovedi tutte

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Andrea Cortellessa introduce e commenta "La Vita Nova" di Dante Alighieri...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Carica un appunto Home Appunti