Orientarsi

Censis: l'Università di Bologna è la migliore d'Italia

Dopo la maturità gli studenti devono scegliere a quale università iscriversi e continuano le classifiche degli atenei in Italia: Bologna conquista il primato, ma in alcune facoltà vince l'ateneo di Padova

di Barbara Leone 20 luglio 2011
Estate dopo la maturità, tempo di vacanze meritate per i neodiplomati ma anche di scelte importanti. Tutti gli studenti che hanno deciso di continuare gli studi devono infatti scegliere l'università e la facoltà a cui iscriversi. Dopo la classifica del Sole24Ore, arriva la classifica del Censis, pubblicata dal quotidiano La Repubblica, che ha preso in considerazione i vari atenei in Italia ed ha compilato due classifiche, una generale ed una relativa alle diverse facoltà. Per quanto riguarda la classifica generale, negli atenei mega, con più di 40.000 iscritti, il primato spetta all'Alma Mater di Bologna; negli atenei grandi, da 20.000 a 40.000 iscritti, il primo posto va a Pavia; negli atenei medi, da 10.000 a 20.000 iscritti, il primato va a Trento; negli atenei piccoli, fino a 10.000 iscritti, al primo posto c'è Camerino; e nei Politecnici vince Torino.

gruppo_studentiLa classifica è stata stilata prendendo in considerazione i servizi offerti dall'ateneo, la spesa per le borse di studio ed altri interventi a favore degli studenti, le strutture, il web e l'internalizzazione. Confrontando i punteggi ottenuti dagli atenei primi classificati in ogni sezione, il primato spetta all'Università di Trento con 101.4 punti, seguono il Politecnico di Torino con 97,7 punti, l'Università di Pavia con 97,4 punti, l'Università di Camerino con 96,1 punti e in ultima posizione l'Università di Bologna con 90,7 punti.

Per quanto riguarda le altre università presenti nella classifica, La Sapienza di Roma ha ottenuto 80,9 punti, piazzandosi a metà dell'elenco dei mega ateneo, subito dopo Firenze e Milano. Negli atenei grandi, a metà classifica, troviamo la Bicocca di Milano, l'Università di Cagliari e Tor Vergata di Roma; negli atenei medi, Modena e Reggio Emilia, Trieste e il Politecnico delle Marche; negli atenei piccoli, Piemonte Orientale, Tuscia e Sannio. Fanalini di coda? La Federico II di Napoli, l'Università de L'Aquila, l'Università Parthenope di Napoli, l'Università del Molise e il Politecnico di Bari.

Ma non sempre le migliori facoltà si trovano negli atenei che hanno conquistato il primato nelle classifiche generali. Le diverse facoltà delle varie università sono state analizzate prendendo in considerazione 3 parametri: il livello della didattica, la produttività (percentuale di studenti che riescono a portare a termine gli studi nei tempi previsti dal corso di laurea) e il livello della ricerca. Allora se state pensando di iscrivervi a Medicina e Chirurgia, la migliore università statale italiana è quella di Padova, mentre tra le non statali vince il San Raffaele di Milano. La Federico II di Napoli, ultima nella classifica generale, è quinta per la facoltà di Medicina.

Padova conquista il primato anche per le facoltà di Veterinaria, Economia e Scienze 1° ciclo (3 anni). L'Università di Bologna eccelle per le facoltà di Psicologia e di Agraria. Per chi sceglierà Architettura, la migliore facoltà si trova a Ferrara, che ha superato quest'anno quella dell'Università di Sassari. Se invece volete iscrivervi a Farmacia o a Scienze Politiche, il top si trova all'Università di Trieste. Per chi vuole seguire un corso completo di Scienze (3+2), la migliore facoltà si trova a Trento. Per Giurisprudenza, invece, il primato va all'Università di Siena, ma c'è da notare i progressi fatti dall'ateneo di Udine che in un anno è passato dal diciassettesimo al sesto posto.

Ad Udine si trovano inoltre le migliori facoltà italiane per Lettere, Lingue Straniere e Scienze della Formazione. Mentre se volete frequentare un corso di laurea in Ingegneria, dovreste iscrivervi al Politecnico di Milano. Per Scienze Motorie, la scelta ideale è Roma - Foro Italico. E per finire, chi si vuole iscrivere a Sociologia, dovrebbe andare alla Bicocca di Milano.

Secondo i realizzatori, la guida agli atenei italiani dovrebbe essere "utile per il neodiplomato che non vuole basarsi solo sulle chiacchiere per scegliere e utilissima al genitore che deve fare i conti con eventuali spostamenti fuori sede". Sei d'accordo? Nella scelta dell'università e della facoltà da frequentare tieni in considerazione queste classifiche?

La classifica generale degli atenei in Italia
La classifica delle facoltà in Italia

ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO
Il data base dei corsi di laurea di Studenti.it

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Pagina generata il 2016.09.29 alle 15:29:10 sul server IP 10.9.10.101