Beatrice Borromeo e i suoi consigli ai giovani precari: "Fate master all'estero". Ottimo consiglio, ma chi lo paga?

La contessina Beatrice Borromeo Arese Taverna ha scritto un articolo su A nel quale ha dispensato consigli agli sventurati studenti che non hanno avuto la fortuna di nascere in una famiglia aristocratica nè di fidanzarsi con un principe

di Valentina Vacca 27 aprile 2012
Contessa, componente di una delle famiglie più influenti e storiche d'Italia. Fidanzata non con un ragazzo semplice, ma con un principe di Monaco. Laureata alla Bocconi e iscritta a un master in giornalismo in una delle università più celebri (e care) del mondo, la Columbia.
Un ricco curriculum quello della contessa Beatrice Borromeo, la quale forse dà per scontate un po' troppe cose, tanto da sentirsi in dovere di dispensare consigli sui generis agli "studenti normali".

TEST: SEI ADATTO A FARE IL GIORNALISTA? Clicca qui>>

La signorina non ha dubbi su quanto debbano fare i giovani per costruirsi un futuro e afferma che:<<Per costruirci un futuro dobbiamo prenbeatricederci dei rischi. Il primo? Lasciare l’Italia. Devi avere la voglia di deragliare dalla strada che tutti davano per scontata, di fare qualcosa di più, di ottenere di più, di diventare imigliori, qualunque sia il proprio campo. Un paio di settimane fa la mia università ha organizzato incontri con le più grandi testate giornalistiche americane: in pochi sono usciti senza avere conquistato almeno un colloquio di lavoro. Mica come da noi, dove occasioni come questa, o come i concorsi, hanno invece esiti scontati>>.

LE 50 MIGLIORI CITTA' DEL MONDO PER STUDIARE. Clicca qui>>

Analizzando le parole della rampolla made in Italy, scatena la nostra attenzione soprattutto una: "rischi". E quindi chiediamoci: quali rischi si è presa questa ragazza? Lasciare l'Italia per andare in una delle università più celebri del mondo, la Columbia, per seguire un master in giornalismo.

Chi di noi non l'avrebbe fatto se avesse avuto la possibilità? Studenti.it vuole dire due parole alla signorina Borromeo per farle capire che la sua esperienza non è sinonimo di rischio, ma che è solo il frutto di una grande fortuna della quale lei non è per niente artefice.

TOP 100 UNIVERSITA' MIGLIORI PER REPUTAZIONE. Clicca qui>>

Rischiare non è andare in America alla Columbia grazie ai tuoi avi; rischiare è andare all'estero per lavorare e pagarsi gli studi, essere selezionati in un'università importante solo per il curriculum e non per i soldi che si hanno. Rischiare significa farsi un mazzo con pochi soldi, cara Beatrice.
E quindi per favore, la prossima volta pensa prima di parlare perché sappi che potersi permettere un master alla Columbia non è un "rischio" che tutti possono affrontare, visto che la retta annuale ammonta più o meno a 35 mila dollari. Ma forse, cara contessa Borromeo, non hai neanche la vaga idea di quanto sia in realtà questa cifra.

(Foto LaPresse)

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Pagina generata il 2016.08.28 alle 04:24:31 sul server IP 10.9.10.107