Niente riscatto della laurea a fini pensionistici: studenti beffati?

La poposta è presente nella nuova manovra finanziaria e ha fatto insorgere studenti, laureati e coloro che, in passato, hanno speso cifre considerevoli per vedersi riconosciuti i suddetti periodi. Dal 2012 infatti non potranno più essere conteggiati. L'UDU accusa: "è una manovra fatta pagare ai giovani"

di 30 agosto 2011
Nella nuova manovra finanziaria in discussione in questi giorni è presente la proposta di escludere dal conteggio degli anni di servizio validi per raggiungere il requisito dei 40 anni di contributi, i periodi di studio all’università e del servizio militare. Dal 2012 non sarà più possibile raggiungere il requisito in questione conteggiando questi periodi, nemmeno se già riscattati. la proposta è sembrata una beffa non solo per coloro che, come gli studenti di medicina, hanno percorsi di studio molto lunghi, ma anche per chi, in passato, ha speso cifre molto consistenti per riscattare gli anni passati sui libri.

ragazzo_disperatoIn proposito l'Unione degli Universitari ha dichiarato che "(...) nelle modifiche in programma, non solo i “ricchi” non pagheranno  più il contributo di solidarietà-da dover estendere invece anche ai redditi e i patrimoni non dichiarati- ma si cerca di scaricare i costi sui giovani, non conteggiando più gli anni universitari e del servizio militare ai fini dell'età di pensionamento.
(...)Questo provvedimento va a colpire gli universitari tutti e in maniera evidente i percorsi di alta formazione e i laureandi in medicina, futuri medici del nostro Paese, che non potranno più riscattare un percorso formativo di oltre 10 anni.
"

Per saperne di più su questa misura vai qui.

Condividi questa manovra o si poteva attingere altrove?
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

36
Commenti

Pagina 1 di 3:
1 2 3 > »
Icice venerdì, 2 settembre 2011

Facciamo il punto

Questo è uno degli ultimi ritrovati in fatto di riforme che non riformano il paese. Questa proposta mette definitivamente in chiaro che il nostro governo non vuole che le persone senza possibilità finanziarie ingenti entrino nelle sfere più "pagate" della società. Lo si poteva già notare dalla riforma scolastica che pone l'obbligo di frequenza alle università precludendo una possibile attività lavorativa durante gli anni di studio. Un bel problema per coloro che scelgono una facoltà lontana dalla città d'origine. Ma la domanda è perchè scegliere di istruire solo pochi? siamo una democrazia e questo è anticostituzionale, dannazione! Probabilmente ci sono altri problemi alla base dati dal problema delle pensioni, dall?evasione fiscale, dalla quantità di senatori, ministri, onorevoli e portaborse che consumano il denaro della nazione quando il PIL viene alimentato da noi lavoratori! Dico noi perchè io lavoro e studio e perchè in qualsiasi caso siete già o sarete lavoratori anche voi. Fortunatamente hanno anche promesso di ridurre il numero dei rappresentanti alle due camere. Ma questo non toglie il fatto che chi siede sulle poltrone sono tutti capi di industrie e di multinazionali. E perchè? perchè la gente è diffidente e vota solo chi conosce..ed è molto più facile essere riconosciuti per il marchio dei propri prodotti piuttosto che girare l'italia per fare comizi come fanno negli stati uniti per il presidente. Allora chi ha davvero colpa dell'alazione del governo e dei nostri rappresentanti che pensano solo ai loro interessi? Comunque c'è un altro problema che può aver influenzato questa scelta ed è il ruolo delle donne nella vita sociale. ora che hanno le stesse, o quasi, possibilità di uomo nel fare carriera non pensano alla famiglia nè nel farla nè nel crescerla molto spesso. Non voglio generalizzare troppo perchè è anche vero che le possibilità di adesso non permettono ad una famiglia di media ricchezza di fare a meno di uno stipendio in più per arrivare a fine mese. Non è sempre una scelta insomma. Ma rimane il fatto che il tasso di demografia in italia è sostenuta in gran parte dagli extracomunitari. Qualche domanda sorge spontaneo e se dite che non ho ragione andate ad informarvi.
Con questo volevo solo dire che bisogna andare a cercare un pò più in fondo alle questioni. Rimane il fatto indiscutibile che questa riforma fa schifo e non è assolutamente adatta in un paese democratico come il nostro.
Qua mi fermo anche se ci sarebbero davvero tante cose, forse troppe, da dire in proposito perchè è difficile analizzare la validità di una riforma separata dalle vicissitudini storiche dal nostro tempo.

Un ultima cosa: Luana non puntare il dito su gente che non conosci. non difendo i nazi-fascisti per i loro ideali, ma non sono loro a votare Berlusconi. Sono i fan di Berlusconi a farlo e gli anziani e gli adulti che non votano perchè non credono nella politica a ragion veduta.

n° 13
magari venerdì, 2 settembre 2011

R: Facciamo il punto

> Un ultima cosa: Luana non puntare il dito su gente che non conosci. non difendo i nazi-fascisti per i loro ideali, ma non sono loro a votare Berlusconi. Sono i fan di Berlusconi a farlo e gli anziani e gli adulti che non votano perchè non credono nella politica a ragion veduta.

...dillo un po' a questo qui:
it-it PUNTO facebook PUNTO com/people/Attilio-Sodi-Russotto/100000574862877 (togliendo gli spazi che si creano automaticamente ogni tot caratteri scritti di seguito e sostituendo alla parola PUNTO il corrispondente segno) (di questi modi pensati per facilitare la vita agli utenti del sito dobbiamo ringraziare chi ne ha inventato la grafica) forum PUNTO studenti PUNTO it/generale/834019-flame-troll-sicuro-problemi-liv ello-equilibrio-regolamento PUNTO html

maurizio venerdì, 2 settembre 2011

che legge di merda.......

bella beffa per tutti gli studenti che studiano dalla mattina alla sera,che si fanno un culo cosi per poi trovarsi un lavoro.....cosa vuole berlusconi che lavoriamo nanche nelle sue ziende magari????

n° 12
magari venerdì, 2 settembre 2011

R: che legge di merda.......

> bella beffa per tutti gli studenti che studiano dalla mattina alla sera,che si fanno un culo cosi per poi trovarsi un lavoro.....cosa vuole berlusconi che lavoriamo nanche nelle sue ziende magari????

...che cosa sono le "ziende"?

luana mercoledì, 31 agosto 2011

Senza parole...

No comment! Mi raccomando continuate a votare Berlusconi, così continuerete ad autodistruggere il Paese! E' grazie a tutti i nazi-fascisti, leccaculo, pecoroni che questo Paese annovera in abbondanza tra la sua popolazione, se siamo in questa situazione e ahimè andrà sempre peggio!

n° 11
Alessandra mercoledì, 31 agosto 2011

Riscatto di laurea = conteggio anni, NON pensione gratis!

Rammento che il "riscatto di laurea" non vuol dire "stipendi arretrati", vuol semplicemente dire che durante il tempo impiegato per lo studio o il servizio militare, non ho potuto lavorare (perchè impegnato a tempo pieno nella costruzione del mio futuro), quindi non ho potuto versare i contributi necessari per parte della pensione, quindi il mio lavoro è cominciato, per esempio, a 19 anni, mi sono laureata in tempo a 24 anni, ma prima di allora non ho potuto versare contributi, quindi comincio a versarli a 24 anni (nella migliore delle ipotesi), più 40 andiamo a 64 anni. Per una donna cambia poco perchè a 60 va in pensione per età e non per anzianità lavorativa, per un uomo invece vuol dire lavorare di fatto 45 anni...come se 40 fossero pochi. Il riscatto di laurea significa, in sostanza, avere il CONTEGGIO degli anni spesi per studiare, tutt'altro che "a gratis"! I contributi bisogna versarli ugualmente!! Quindi dal punto dei conti non dovrebbe cambiare nulla, anzi, i gettiti aumenterebbero...perchè ci viene data la possibilità di versarli al termine degli studi, mentre si lavora, in aggiunta ai contributi canonici sottratti allo stipendio! E non buttiamo al vento 5 anni della nostra vita. Anche perché (e chi studia, lo sa), lo studio è molto impegnativo, non ci sono domeniche, sabati, feste, notti...per esperienza personale, ho studiato chimica e contemporaneamente facevo i lavori più disparati e mi stancavo meno a lavoro piuttosto che durante la preparazione degli esami!
Sono felice che abbiano ritirato l'emendamento.

n° 10
Castora mercoledì, 31 agosto 2011

Maledetti

INFAMI, fate skifo...andate all'inferno

n° 9
Chiudi
Aggiungi un commento a Niente riscatto della laurea a fini pensionistici: studenti beffati?...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 3:
1 2 3 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.11.22 alle 17:33:53 sul server IP 10.9.10.109