Tfa, errori e polemiche sul test di ammissione

Si sta svolgendo la prima prova per l'ammissione ai tirocini formativi, indispensabili per diventare professori, ma nei test ci sarebbero domande assurde e sbagliate: migliaia di ricorsi in arrivo

di Barbara Leone 26 luglio 2012
Si stanno svolgendo in questi giorni le prove di ammissione ai Tirocini Formativi Attivi, indispensabili per ottenere l'abilitazione all'insegnamento ed entrare in graduatoria per ottenere una cattedra a scuola. E già sono scoppiate le prime polemiche. Per essere ammessi ai tirocini, i candidati devono superare tre prove: un test a risposta multipla organizzato dal Ministero dell'Istruzione e uguale in tutta Italia; una prova scritta ed una prova orale, organizzate dai singoli atenei dove sono attivati i tirocini formativi.

CHE TIPO DI PROFESSORE SARESTI? FAI IL TEST >>

insegnante_stressataPer essere ammessi alle prove organizzate dalle università, i candidati devono rispondere correttamente ad almeno 42 domande sulle 60 del test a risposta multipla. E qui viene il bello (o, meglio, il brutto). Stanno infatti arrivando diverse segnalazioni di domande contraddittorie presenti nel test che avrebbero "precluso ancora una volta la strada all’insegnamento per tanti giovani". Domande assurde alle quali era praticamente impossibile rispondere correttamente.

20.000 POSTI PER I TIROCINI FORMATIVI ATTIVI >>

Nella classe di concorso A036 per insegnare filosofia, psicologia e scienze dell'educazione, soltanto 141 candidati hanno superato il test, mentre i posti disponibili sono 588 e gli aspiranti professori erano migliaia. Ma nessuno è stato in grado di "sopravvivere" al test a scelta multipla. Tutti impreparati? A Milano, Cagliari, Sassari, Urbino e Trento nessuno ha superato il test. Statisticamente è un po' difficile pensare che nessuno abbia studiato abbastanza. Magari è solo colpa di domande come la numero 9: "Amafinio, vissuto nel primo sec. a.C., espose il pensiero filosofico di", alla quale si poteva rispondere scegliendo tra Epicuro, Platone, Aristotele e Crisippo. D'altronde quale insegnante di filosofia non ha mai messo nel programma il famoso Amafinio, seguace di Epicuro?

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SUL TFA >>

E nella classe di concorso A051, per insegnare Lettere e latino nei licei, le cose non sono andate molto meglio. Un esempio su tutti? Nella domanda 15 si chiedeva chi avesse scritto "Qualcosa era accaduto". E la risposta esatta doveva essere Dino Buzzati. Peccato che l'opera di Buzzati si intitola "Qualcosa era successo". Ed ovviamente i professori di italiano e di latino devono sapere chi è diventato Presidente del Consiglio dopo Cavour o quale stato non confina con il Mali o con il Colorado.

PRESIDE, PROF, BIDELLO: A CHI SOMIGLI DI PIU'? >>

Insomma, gli aspiranti docenti si sentono ora presi in giro. Hanno studiato per mesi per prepararsi a questo test e poi si sono ritrovati a dover rispondere a domande non esattamente corrette e che non hanno nulla a che fare con le loro materie di insegnamento. E in molti sono pronti ora a presentare un ricorso. E la Cgil Scuola ha già iniziato la raccolta firme per chiedere maggiore chiarezza sulla correttezza dello svolgimento delle prove, dopo le varie segnalazioni di errori che ha ricevuto.

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

2
Commenti

Gesualdo giovedì, 26 luglio 2012

Vergogna Italia

Vergogna Italia queste cose accadono sono nel nostro paese Vergognaaaaaaaaa

n° 1
Mastro Don giovedì, 26 luglio 2012

R: Vergogna Italia

> Vergogna Italia queste cose accadono sono nel nostro paese Vergognaaaaaaaaa
quote

Chiudi
Aggiungi un commento a Tfa, errori e polemiche sul test di ammissione...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.09.20 alle 09:57:26 sul server IP 10.9.10.108