Controllo utente in corso...

Monopolio foto di laurea: in alcuni atenei solo il fotografo "dell'università" le può scattare

Durante la discussione della tesi di laurea ogni studente è teso e agitato e purtroppo c'è chi approfitta di questi stati d'animo per spillare soldi ai genitori dei ragazzi imponendo un'assurda regola non scritta: solamente il fotografo autorizzato (dall'ateneo) le può scattare (e vendere)

di Valentina Vacca 22 dicembre 2011
La laurea è una delle tappe più importanti della vita, uno di quei momenti che si attendono con ansia; per questo motivo ogni neo laureato vuole avere dei ricordi di quel giorno tanto importante che porterà con sè per il resto della sua vita. E allora via alle foto e ai filmini che riprendono gli istanti di quell'adrenalinico momento.

Pensavate di far scattare le foto della vostra discussione ai vostri amici? Ci dispiace tanto, ma è vietato. Vietato utilizzare macchine fotografiche e telecamere, a meno che a farlo non sia il fotografo autorizzato, il quale ovviamente si fa pagare e pufotolaurea22re tanto.

SEI UNO STUDENTE UNIVERSITARIO? Consulta il nostro forum

Questo è quello che accade in un importante ateneo romano, ma anche in qualcuno napoletano. Laura, che si è laureata qualche anno fa in un'università romana, ci racconta che: <<durante la discussione nè la mia famiglia nè i miei amici hanno potuto utilizzare la loro macchina fotografica perché era vietato. All'interno dell'aula c'era un fotografo non mandato da me che mi ha scattato le foto. Una volta finita la discussione, mi ha fermato sulla porta e mi ha chiesto se volevo acquistare le sue foto. Ovviamente gli ho dovuto dire di sì perché altrimenti non avrei avuto neppure un ricordo di quel giorno, visto che ai miei amici è stato proibito l'utilizzo di ogni apparecchio.

VUOI SAPERE IL RESTO DELLA STORIA? Clicca qui!

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

3
Commenti

martina mercoledì, 18 aprile 2012

di tutta l'erba un fascio

qui come al solito si parla senzaq conoscere niente nè delle regole, nè della categoria, mi dispiace per i ragazzi che sono stati truffati, ma in quei casi dovrebbero avere in mano una ricevuta e con ella denunciare il fotografpo truffatore, se non vi ha dato la ricevuta stupidi voi che non l'avete pretesa. per i prezzi non dovreste permettervi di scrivere giudizi, alla fine siete disposti a spendere ben di più per una maglietta, una felpa o un paio di jeans. per giudicare il prezzo delle cose bisogna valutare il lavoro che c'è dietro e i costi che una persona deve sostenere per offrire un determinato tipo di servizio. gli accordi con le università variano da ateneo e ateneo e non sono i fotografi a fare le regole bensì il rettorato.prima di scrivere c erte cose e ecriticare a sproposito il lavoro altrui dovreste informarvi su una realtà di cui non sapete niente, e questo ve lo scrivo da studentessa.

n° 2
Chiara mercoledì, 4 gennaio 2012

Foto di laurea

E succed anche a Bologna... ai miei è stato espressamente vietato di farmi foto perchè c'era il fotografo ufficiale... un ladro che ha fatto pagare ai miei genitori 10 euro a foto.

n° 1
Anna Maria martedì, 15 gennaio 2013

R: Foto di laurea

Anche a me è successa la stessa cosa: non ho potuto scattare alcuna foto durante la discussione e cmq all'nterno dell'aula perché c'era il fotografo ufficiale, l'unico autorizzato. Questo alla Sapienza a Roma.

Chiudi
Aggiungi un commento a Monopolio foto di laurea: in alcuni atenei solo il fotografo "dell'università" le può scattare...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.20 alle 20:28:00 sul server IP 10.9.10.238