Università dell'Aquila: vivere da fuorisede dopo il terremoto

La morte di 55 studenti e il crollo della Casa dello studente hanno lasciato un segno profondo nell'anima della città, ma L'Aquila, una delle città universitarie per eccellenza del nostro paese, ha dimostrato che la boglia di rinascere c'é. Ma gli studenti fuorisede continueranno a iscriversi all'Università dell'Aquila o le difficoltà quotidiane con cui sono e saranno inevitabilmente destinati a convivere stanno scoraggiando le nuove iscrizioni? Intervista ad Armando Coia

di andrea maggiolo 23 luglio 2010
L'Università dell'Aquila non ha nessuna intenzione di arrendersi alle difficoltà del dopo-terremoto. Ve lo abbiamo raccontato nella nostra inchiesta della scorsa primavera, in occasione del primo anniversario del sisma del 6 aprile 2010. La morte di 55 studenti e il crollo della Casa dello studente hanno lasciato un segno profondo nell'anima della città, ma L'Aquila, una delle città universitarie per eccellenza del nostro paese, ha dimostrato che la voglia di rinascere c'é.

Ma gli studenti fuorisede continueranno a iscriversi all'Università dell'Aquila o le difficoltà quotidiane con cui sono e saranno inevitabilmente destinati a convivere stanno scoraggiando le nuove iscrizioni? Di questo, e non solo, abbiamo parlato con Armando Coia, studente dell'ateneo e Consigliere della Facoltà Economia dell'Udu - Unione degli Universitari.

INTERVISTA AD ARMANDO COIA, STUDENTE DELL'UNIVERSITA' DELL'AQUILA

Armando è un aquilano DOC, da ottobre vive nel progetto C.A.S.E.; dal suo punto di vista "privilegiato" di consigliere di facoltà ha le idee chiare su quali siano i problemi dei fuori sede.

L'anno scorso in molti davano per spacciata l'Università dell'Aquila, pronosticando massimo 5.000 iscritti. Invece laquila_distruttala risposta fu generosa: 23.000 iscritti, contro i 27.000 di prima del terremoto. Credi che le iscrizioni di studenti fuorisede saranno in diminuzione per il 2010-2011?

Il rischio che il prossimo anno le iscrizioni crollino è molto forte. Al momento l'offerta di posti letto pubblici è ferma a 137, cioè meno di quelli previsti per l'anno accademico 2009-2010, invece, secondo una stima dell'Udu ne servirebbero almeno 1000. Gli studenti fuori sede non riusciranno a fare per un altro anno i pendolari, soprattutto ora che non c'è nemmeno la gratuità dei trasporti, urbani ed extra-urbani.

Gli studenti abitavano per lo più nel centro storico. Uno studente fuorisede trova grosse difficoltà ora nel trovare un posto letto? Il terremoto ha alimentato una bolla speculativa sugli affitti o invece il dramma ha calmierato prezzi e rapporto domanda/offerta?

La difficoltà di trovare un alloggio è enorme, perchè la ricostruzione stenta a ripartire e quindi le case agibili non sono moltissime e purtroppo molti cittadini aquilani stanno cercando di approfittarsi degli studenti, chiedendo prezzi a dir poco esorbitanti. Su questa problematica l'Udu ha aperto uno sportello on-line (www.uduaq.org) dove è possibile segnalare in modo anonimo i vari casi di questi tentativi di frode.

Armando, come vedi il futuro dei Fuorisede della tua università?

Nell'anno accademico 2009-2010 purtroppo la maggior parte degli studenti fuori sede è dovuta per forza di cose diventare pendolare, quindi è potuta stare poco a L'Aquila e vivere la città. Ma anche se in numero minore sono stati sempre gli studenti fuori sede a rendere le serate aquilane più belle e più affollate.

VITA DA FUORISEDE: TUTTE LE VOSTRE TESTIMONIANZE

PARTECIPA ALL'INCHIESTA SUI FORUM DI ROMA - MILANO - NAPOLI - BOLOGNA - TORINO
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Università dell'Aquila: vivere da fuorisede dopo il terremoto...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.08.31 alle 08:16:29 sul server IP 10.9.10.180