Università: un nuovo test d’ingresso per tutti?

Di Valeria Roscioni.

Teco è il nuovo test sperimentato dall’Anvur e aspira a diventare una tappa obbligata per tutte le matricole

Test d’ingresso: rivoluzione in arrivo? Anche per coloro che non desiderano entrare in una facoltà a numero chiuso a livello nazionale potrebbe essere arrivato il momento di sostenere una prova d’accesso: “Teco”, il nuovo test sperimentato dall’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario, su 6000 studenti volontari del terzo e quarto anno di dodici atenei italiani.

Quella in arrivo con “Teco” sarebbe una vera e propria innovazione perché lo scopo del questionario è quello di misurare le competenze generali di ogni studente, comprese le celeberrime generic skills tanto ricercate dai datori di lavoro.

TEST TECO: DOMANDE E RISULTATI

Proprio per questo il ruolo del nuovo test potrebbe essere quello di valutare i ragazzi che intendono iscriversi all’università individuando i loro punti deboli e indicando a ciascuno la via per recuperare, superando così lo scoglio dei test d’ingresso. “Chi non avesse i requisiti dovrebbe ottemperare ad una serie di obblighi formativi nel primo anno di corso per colmare le lacune. Se questa norma venisse adottata, la verifica delle competenze iniziali potrebbe venire realizzata con strumenti come il Teco” ha dichiarato Fiorella Kostoris, coordinatrice della sperimentazione e membro del Consiglio direttivo Anvur.