Università, la Boldrini agli studenti: “Chi non ha un titolo di studio precipita"

Di Valeria Roscioni.

Laurea, lavoro, fine della crisi economica ed Europa Unita. Questi i temi scelti dalla presidente della Camera

UNIVERSITA’: LA BOLDRINI PARLA AI RAGAZZI DI LAVORO E CRISI ECONOMICA. La laurea è ancora davvero utile per trovare un lavoro? I dati da questo punto di vista non sono così incoraggianti, eppure secondo Laura Boldrini la formazione universitaria è ancora decisamente necessaria. “È vero che ci sono tanti laureati disoccupati - ha dichiarato parlando della scala di possibilità di un trovare un lavoro - ma chi non ha un titolo di studio precipita e [...] chi ha la laurea ha più possibilità di trovarlo". Queste le parole che, stando a quanti riportato da Panorama.it, la presidente della Camera ha riservato agli studenti nel corso dell’inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Tor Vergata.

Università: le lauree più efficaci per trovare lavoro

LAUREA, LAVORO ED EUROPA UNITA: LE TRE PAROLE CHIAVE. Di fronte al rettore Giuseppe Novelli, al corpo accademico, al vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, ai rettori delle altre università italiane e a Gianni Letta, ha sottolineato che investire nell’università e nella ricerca “non è uno spreco ma un investimento” e ha esortato i ragazzi a far uscire l’Italia dalla difficile situazione attuale e a “mettere in atto il disegno dell’Europa Unita”. "Per i nostri genitori la missione era quella di portare l'Italia fuori dalle macerie morali e materiali della guerra.- ha affermato la Boldrini- Per la mia generazione, quella dei baby boomers è stata quella di affermare i diritti civili per una società più aperta e più?democratica. Il vostro compito è prendere l'Italia per mano, con cura, e tirarla fuori dalla crisi economica, politica, di valori e di prospettiva che la sta soffocando".

Da non perdere: Università, la classifica delle facoltà che ti fanno avere lo stipendio più alto

Chissà in quanti, sentendo queste parole, hanno davvero pensato che malgrado i dati, i tagli e le notizie poco incoraggianti che spesso provengono dal mondo del lavoro e dell’università la laurea è davvero più di un pezzo di carta. Tu cosa ne pensi?