Il prof boccia agli esami senza motivo? Registralo (e denuncialo)

Di Tommaso Caldarelli.

Si può fare: gli esami universitari sono pubblici. Lo afferma un sito di divulgazione giuridica

Università, il professore agli esami fa un po' come gli pare? Fino a un certo punto, se farai valere i tuoi diritti: perché l'esame universitario è aperto al pubblico, e proprio per questo puoi registrare le domande che ti vengono fatte e l'atteggiamento che professori ed assistenti hanno verso di te. E, nel caso di abusi ai tuoi danni, sarà possibile grazie alla registrazione impugnare il verbale d'esame per, addirittura, per farlo dichiarare nullo - o, nei casi più gravi, incriminare il professore per abuso d'ufficio.

UNIVERSITA', LE NEWS

REGISTRA... - Vi sembra impossibile? Non lo è, visto che siamo in uno stato di diritto, e diritti hanno anche gli studenti. Ci spiega la questione la Legge Per Tutti, rivista di divulgazione giuridica, che rispondendo ad una domanda di una studentessa, affronta proprio dal punto di vista legale la questione dell'esame universitario.

Come confermato dalla Cassazione, non è illecito registrare una conversazione perché chi conversa accetta il rischio che la conversazione sia documentata mediante registrazione, ma è violata la privacy se si diffonde la conversazione per scopi diversi dalla tutela di un diritto proprio o altrui”

E svolgendosi l'esame in un luogo aperto al pubblico, scrive la Legge Per Tutti, diventa così lecito auto-registrarsi mentre si tenta l'esame universitario, captando in questo modo anche domande ed atteggiamenti del personale docente: registrazione, da precisarsi, che può essere effettuata anche di nascosto.

LE MANI DELLA MAFIA SUGLI ESAMI

...E TUTELATI - Se poi la registrazione viene usata esclusivamente per tutelare diritti garantiti a sé o a terzi, tale nastro non sarà lesivo della privacy. Di quali diritti parliamo? Ma di quello di essere esaminati in maniera oggettiva, e non "su argomenti non oggetto del programma, con conseguente bocciatura/valutazione viziata e danno personale". La registrazione effettuata potrebbe essere così utilizzata come prova, per invalidare l'esame - nei casi più lievi - o addirittura per incriminare il professore per abuso d'ufficio, scrive sempre la Legge Per Tutti, in caso si riesca a dimostrare che il professore o gli assistenti hanno intenzionalmente provocato la nostra bocciatura.