TutoriAmo la Salute: il progetto contro le droghe

Di Barbara Leone.

L'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze ha attivato presso il Comune di Roma un progetto di educazione alla salute per allontanare i giovani dall'uso delle droghe

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

L'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze, in collaborazione con l'Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù del Comune di Roma, organizza il progetto "TutoriAmo la Salute", nell'ambito delle attività di educazione alla salute e prevenzione di comportamenti a rischio. Il progetto riguarda le scuole del territorio del Comune di Roma e, in particolare, gli studenti delle Scuole Secondarie di secondo grado. Nel corso dello scorso anno a Roma 167.349 giovani che si sono iscritti alle scuole secondarie ed il 19% ha poi deciso di abbandonare gli studi. L'abbandono scolastico non rappresenta solo la mancata acquisizione di competenze e qualifiche di base, ma è anche e soprattutto una delle cause di mancata integrazione nel tessuto sociale. Per questo è considerato un importante indicatore di rischio all'avvicinamento al mondo delle droghe.

Il progetto vuole da un lato migliorare il rendimento scolastico e sostenere l'inserimento psico-sociale degli studenti più a rischio di devianza e disagio scolastico; dall'altro valorizzare questi ragazzi, come educatori tra pari, all'interno della scuola e nei gruppi di aggregazione spontanea, facendo loro svolgere attività di informazione e dissuasione dell'uso di sostanze stupefacenti. Questa azione di recupero psico-sociale potrà portare ad una diminuzione dei ragazzi che vedono nella droga il sostituto all'inutilità del proprio ruolo nel gruppo e nella società.

Gli obiettivi specifici del progetto sono:
- promuovere azioni di sensibilizzazione tra i giovani che frequentano le Scuole Secondarie di secondo grado del territorio cittadino sui rischi connessi all'assunzione di sostanze stupefacenti;
- implementare i comportamenti corretti e gli stili di vita positivi;
- coinvolgere giovani opinion leader tra gli alunni a cui proporre un corso formativo su modalità di prevenzione e riduzione dei rischi e dei danni legati all'uso di sostanze;
- supportare e consolidare le competenze tra i giovani opinion leader da diffondere nel gruppo;
- realizzare iniziative di prevenzione promosse dai peer educator.

Alcuni operatori qualificati, in collaborazione con gli insegnanti delle Scuole che aderiranno alla campagna, selezioneranno giovani con basso rendimento scolastico e difficoltà socio-attitudinali, che saranno preparati per svolgere l'attività di peer-educator. A ciascun ragazzo coinvolto verrà assegnato il ruolo di "Tutore della salute" del proprio gruppo, ovvero di garante dell'allontanamento dalle abitudini di vita considerate dannose. I ragazzi coinvolti dovranno seguire un breve corso di formazione organizzato dalla propria scuola in collaborazione con gli operatori e con l'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze.

Successivamente i ragazzi potranno iniziare, in collaborazione con insegnanti e operatori, la propria attività con i coetanei, durante l'orario scolastico e in spazi (sia fisici che virtuali) appositamente pensati per la condivisione e lo scambio di esperienze. Per incentivare i ragazzi a partecipare al progetto, potrà essere concordata con la Scuola la concessione di crediti formativi e/o proposti degli sconti e tariffe particolari per iniziative e attività di svago organizzate nell'ambito del Comune.

Il progetto sarà proposto a 17 istituti superiori della città di Roma e si rivolge ad un target di circa 170 giovani romani, di età compresa tra i 13 e i 20 anni, che frequentano le scuole medie superiori di secondo grado. Inoltre coinvolgerà anche gli insegnanti e il personale non docente degli Istituti scolastici, oltre alle famiglie dei giovani. Sarà così contattato un target secondario stimato tra 2.300 e 6.900 persone. Il progetto ha come scopo principale quello di aumentare nei giovani la percezione del rischio legata all'uso delle droghe e la consapevolezza della propria individualità attraverso il recupero della propria autostima, arrivando a determinare una diminuzione dell'abbandono degli studi da parte dei giovani ed il raggiungimento di un maggiore equilibrio personale alla fine del percorso scolastico. Per maggiori informazioni, si può scrivere all'indirizzo email act@comune.roma.it.