Trovare lavoro all’estero: i paesi che offrono più opportunità nel 2015

Di Chiara Casalin.

Quali sono i Paesi in cui sarà più facile trovare lavoro all’estero nel 2015? Ecco la classifica secondo Manpower

TROVARE LAVORO ALL’ESTERO – Secondo gli ultimi dati Istat ad ottobre 2014 il tasso di disoccupazione in Italia è salito al 13,2%, mentre i disoccupati fra i 15 e i 24 anni sarebbero 708.000. Mentre nel nostro Paese riuscire a trovare lavoro sembra molto difficile, non soprende che siano tanti i giovani che pensano di cercare lavoro all’estero.

Ma quali sono i paesi nel quale si prevedono maggiori assunzioni e opportunità di lavoro nel 2015?

Da non perdere: Trovare lavoro all'estero, la guida Eures

DOVE TROVARE LAVORO ESTERO 2015 - Per capirlo Manpower Group, la multinazionale statunitense specializzata in soluzioni per la gestione delle risorse umane, ha intervistato più di 65.000 datori di lavoro provenienti da ben 42 paesi diversi, chiedendo quali sono i loro piani di assunzione per i prossimi mesi. Dalle loro risposte è emersa la Manpower Employment Outlook Survey Q1 2015, cioè la classifica che mostra in quali paesi si prevedono più assunzioni nel 2015. Se state pensando di cercare lavoro all’estero, la classifica è un ottimo strumento per orientarsi sulle possibili mete da scegliere!
Siete curiosi di scoprire quali sono i paesi che offriranno più opportunità di lavoro nel 2015?
Ecco la classifica Manpower Employment Outlook Survey Q1 2015, con i 10 Paesi nelle quali si prevedono più assunzioni:

1° posto: India (+45%)
2° posto: Taiwan (+43%)
3° posto: Nuova Zelanda (+28%)
4° posto: Giappone (+21%)
5° posto: Turchia (+20%)
6° posto: Panama (+19%)
7° posto: Singapore (+18%)
8° posto: Colombia (+17%)
9° posto: Perù (+16%)
10° posto: Stati Uniti (+16%)

Focus: Come trovare lavoro, casa e scuola in Canada

LAVORARE ALL'ESTERO 2015 - Nella classifica seguono poi Hong Kong, Messico, Cina, Bulgaria, Canada e Irlanda. Insomma, sembra che l’Asia e il Sud America offriranno buone chance di trovare un lavoro all’estero nel 2015.
E per quanto riguarda l’Italia? Il nostro paese si colloca al 41° posto della classifica, ed insieme a Svizzera, Olanda e Finlandia, è uno dei paesi in cui si prevede una diminuzione delle assunzioni (-5%).

Cliccate qui per vedere la classifica completa.