Traccia economia aziendale seconda prova maturità 2017

Di Maria Carola Pisano.

Traccia economia aziendale seconda prova maturità 2017: indirizzo amministrazione, finanza e marketing

TRACCIA ECONOMIA AZIENDALE SECONDA PROVA MATURITA' 2017

Dopo la prima prova che ha visto impegnati ieri i ragazzi della maturità 2017 si sono impeganati per il ripasso in vistas della seconda prova. Vale per tutti, anche per gli studenti dell'istituto tecnico amministrazione finanza e marketing. Per quanto riguarda l'indirizzo generale AFM (Amministrazione, Finanza, Marketing), la materia scelta dal Miur è Economia Aziendale: quale sarà la traccia proposta ai ragazzi? Ecco cosa ci dicono le indiscrezioni.

Per tutte le tracce e le news segui il nostro live aggiornato minuto per minuto!

SECONDA PROVA MATURITA' 2017, TRACCIA ECONOMIA AZIENDALE

Gli studenti impegnati nella seconda prova dell'indirizzo generale amministrazione, finanza e marketing, si trovano quindi ad affrontare una traccia di economia aziendale. Sono chiamati a risolvere la prima parte della prova e, a piacere, due quesiti della seconda parte. Alcuni rumors dicono che la traccia riporta:

  • Un report annuale di un'impresa
  • Analisi del mercato - tenendo presente la concorrenza che punta sulla competitività
  • Analisi della produzione - da valutare tenendo conto di un'incidenza elevata dei costi di produzione
  • Dati di bilancio dell'azienda
  • Scelte operative del management aziendale

Come ci dicono le indiscrezioni, dopo aver analizzato questi dati gli studenti dovrebbero redigere:

  • Budget degli investimeti per l'esercizio 2016
  • Stato Patrimoniale e Conto Economico al 31/12/2016

QUESITI ECOMIA AZIENDALE SECONDA PROVA MATURITA' 2017

Per quanto riguarda la seconda parte della traccia di economia aziendale, gli studenti dovranno affrontare due fra i quattro quesiti posti. Stando alle indiscrezioni giunte negli ultimi minuti, parrebbe che i maturandi possano scegliere tra i seguenti:

  • Redigere un budget economico annuale ipotizzando un incremento delle vendite del 3%;
  • Report che evidenzi analisi patrimoniale e finanziaria
  • Presentare un report sull'analisi degli scostamenti tenendo conto del volume di vendite, del prezzo unitario e della domanda di mercato
  • Utilizzare il Full costing method per individuare il costro di produzione