Il Miur pubblica temi e tracce ufficiali della prima prova della maturità 2016

Di Maddalena Balacco.

Finalmente online le tracce ufficiali della prima prova della maturità 2016

Tracce maturità 2016, i temi ufficiali, le consegne, i svolti dai tutor

TRACCE MATURITÀ 2016 SEGUI IL LIVE IN DIRETTA: PRIMA PROVA MATURITÀ 2016

Il Miur ha pubblicato le tracce ufficiali della prima prova dell’esame di maturità 2016. Sono quindi confermate le indiscrezioni della mattinata che avevano praticamente già raccontato – sui giornali e sull’Ansa – il contenuto delle tracce dei temi per la maturità 2016, prima prova.

Tracce maturità 2016 Analisi del testo (qui svolta)

Alla fine era proprio Umberto Eco il protagonista dell’analisi del testo nelle tracce maturità 2016. Il brano da analizzare veniva da “Su alcune funzioni della letteratura, in Sulla letteratura, IV edizione Tascabili Bompiani, Milano” ed ecco l’estratto proposto:

«Siamo circondati di poteri immateriali, che non si limitano a quelli che chiamiamo valori spirituali, come una dottrina religiosa. […] E tra questi poteri annovererei anche quello della tradizione letteraria, vale a dire del complesso di testi che l’umanità ha prodotto e produce non per fini pratici (come tenere registri, annotare leggi e formule scientifiche, verbalizzare sedute o provvedere orari ferroviari) ma piuttosto gratia sui, per amore di se stessi – e che si leggono per diletto, elevazione spirituale, allargamento delle conoscenze, magari per puro passatempo, senza che nessuno ci obblighi a farlo (se si prescinde dagli obblighi scolastici). […] A che cosa serve questo bene immateriale che è la letteratura? […] La letteratura tiene anzitutto in esercizio la lingua come patrimonio collettivo. La lingua, per definizione, va dove essa vuole, nessun decreto dall’alto, né da parte della politica, né da parte dell’accademia, può fermare il suo cammino e farla deviare verso situazioni che si pretendano ottimali. […] La lingua va dove vuole ma è sensibile ai suggerimenti della letteratura. Senza Dante non ci sarebbe stato un italiano unificato. […] E se qualcuno oggi lamenta il trionfo di un italiano medio diffusosi attraverso la televisione, non dimentichiamo che l’appello a un italiano medio, nella sua forma più nobile, è passato attraverso la prosa piana e accettabile di Manzoni e poi di Svevo o di Moravia. La letteratura, contribuendo a formare la lingua, crea identità e comunità. Ho parlato prima di Dante, ma pensiamo a cosa sarebbe stata la civiltà greca senza Omero, l’identità tedesca senza la traduzione della Bibbia fatta da Lutero, la lingua russa senza Puškin […]. La lettura delle opere letterarie ci obbliga a un esercizio della fedeltà e del rispetto nella libertà ell’interpretazione. C’è una pericolosa eresia critica, tipica dei nostri giorni, per cui di un’opera letteraria si può fare quello che si vuole, leggendovi quanto i nostri più incontrollabili impulsi ci suggeriscono. Non è vero. Le opere letterarie ci invitano alla libertà dell’interpretazione, perché ci propongono un discorso dai molti piani di lettura e ci pongono di fronte alle ambiguità e del linguaggio e della vita. Ma per poter procedere in questo gioco, per cui ogni generazione legge le opere letterarie in modo diverso, occorre essere mossi da un profondo rispetto verso quella che io ho altrove chiamato l’intenzione del testo.»

Fra le domande, il riassunto del testo e il concetto di “potere immateriale” espresso da Umberto Eco alla letteratura.

Tracce maturità 2016 Saggio breve

Per quanto concerne il saggio breve, ecco le tracce maturità 2016: nell’ambito artistico letterario il tema era Il rapporto padre-figlio nelle arti e nella letteratura del Novecento(svolto al link), con opere di Saba, Kafka e Tozzi. Nell’ambito socio-economico invece il tema da svolgere per le tracce maturità 2016 prima prova era “Crescita, sviluppo e progresso sociale. E’ il PIL misura di tutto?” mentre nell’abito storico-politico il tema era Il valore del paesaggio(svolta al link) (era forse questo il “verde” di cui parlava il ministro Giannini?). Per concludere, il tema delle tracce maturità 2016 per il saggio breve ambito tecnico-scientifico era L’uomo e l’avventura dello spazio, con documenti su Samantha Cristoforetti e Umberto Guidoni.

Tracce maturità 2016 Tema di argomento storico (qui svolto)

Concludiamo la nostra carrellata sulle tracce maturità 2016 con il tema di argomento storico, di solito una delle bestie nere per i maturandi. Per questo 2016 il tema era il suffragio universale del 1946 e quindi il primo voto delle donne nella storia d’Italia. Fra i testi proposti, la testimonianza di Anna Banti, che quel giorno, c’era.

«Quanto al ’46 […] e a quel che di “importante” per me, ci ho visto e ci ho sentito, dove mai ravvisarlo se non in quel due giugno che, nella cabina di votazione, avevo il cuore in gola e avevo paura di sbagliarmi fra il segno della repubblica e quello della monarchia? Forse solo le donne possono capirmi e gli analfabeti.»

Tracce maturità 2016 Tema di ordine generale

Per quanto concerne il tema della maturità 2016 sull'ordine generale, torna l'immigrazione, qui declinato nel tema del confine, con un bel brano di Piero Zanini

«Il confine indica un limite comune, una separazione tra spazi contigui; è anche un modo per stabilire in via pacifica il diritto di proprietà di ognuno in un territorio conteso. La frontiera rappresenta invece la fine della terra, il limite ultimo oltre il quale avventurarsi significava andare al di là della superstizione contro il volere degli dèi, oltre il giusto e il consentito, verso l’inconoscibile che ne avrebbe scatenato l’invidia. Varcare la frontiera, significa inoltrarsi dentro un territorio fatto di terre aspre, dure, difficili, abitato da mostri pericolosi contro cui dover combattere. Vuol dire uscire da uno spazio familiare, conosciuto, rassicurante, ed entrare in quello dell’incertezza. Questo passaggio, oltrepassare la frontiera, muta anche il carattere di un individuo: al di là di essa si diventa stranieri, emigranti, diversi non solo per gli altri ma talvolta anche per se stessi.»