Tipologie di Test

Di Micaela Bonito.

La classificazione dei test in funzione di determinate caratteristiche. Quali i più importanti e i più usati come metodo psicometrico

METODI PSICOMETRICI

- Introduzione - Caratteristiche dei test - Tipi di test - Test attitudinali - Test di intelligenza - Test di personalità


Tipi di test


E’ possibile classificare i test in base a cinque tipologie:

- test individuali e test collettivi;
- test di rendimento e test carta e matita;
- test di velocità (di risposta) e test di potenza (relativamente alla difficoltà delle domande): combinabili;
- test verbali e test non verbali;
- a seconda della finalità per la quale il test è costruito.

E proprio in base al fine per le quali sono creati, possiamo ulteriormente ripartire i test in:

  • test attitudinali

  • test di personalità

  • test di intelligenza generale

    Test attitudinali

    Questi test valutano la presenza attuale di potenzialità o capacità di funzionamento e permettono d'individuare la massima abilità del soggetto in un determinato campo (la divisione tra test di abilità e di personalità è più che altro strumentale, in quanto la personalità, come costrutto, non è che un insieme di relazioni fra i tratti di abilità e di capacità specifiche).
    Ne esistono diversi tipi, ma solitamente si tratta di batterie di test che non forniscono un unico punteggio, ma una serie di valutazioni in base alle diverse attitudini.
    Si ottiene, così, una visione globale delle capacità e delle carenze presenti nel soggetto.
    I test attitudinali vengono impiegati nelle scuole per valutare il profitto degli studenti o le capacità creative; in ambito occupazionale per misurare le attitudini meccaniche, artistiche, musicali, o l’attitudine alle mansioni d’ufficio; nella clinica per osservazioni qualitative su aree cognitive specifiche (valutazioni sulla memoria, sulle percezioni, sul pensiero).

    L’uso di questi test dovrebbe essere limitato allo studio delle risorse dell’individuo per offrirgli le migliori possibilità di utilizzare le proprie attitudini, e non per sfruttarlo per un rendimento più elevato, come purtroppo a volte avviene.