Campi di ricerca su balene e delfini

Di Redazione Studenti.

A maggio partono i campi di studio dell'Istituto Tethis per studiare i cetacei che vivono nel Mar Ligure ed in Grecia. Tre i possibili viaggi da scegliere per entrare in contatto con questi animali e vivere un'esperienza indimenticabile

L'Istituto di ricerca Tethys da oltre 20 anni si occupa dello studio e della tutela dei cetacei nel Mediterraneo, grazie alle ricerche che ogni anno vengono condotte per raccogliere dati importanti su questi animali.
A maggio partiranno i nuovi campi di osservazione e di studio, che si svolgeranno nel Mar Ligure e in Grecia. Tutti gli interessati possono iscriversi per affiancare i biologi nello studio dei cetacei, partecipare ad un'esperienza indimenticabile ed entrare in contatto con i mammiferi del Mediterraneo.

I campi Tethys sono inseriti nel prestigioso programma “Out of the Blue” della Whale and Dolphin Conservation Society, che seleziona i migliori campi di osservazione e studio del mondo.

I progetti di quest'anno inizieranno il 26 maggio nel Mar Ligure e il 1 giugno in Grecia. Tutti i campi hanno una durata di 6 giorni e il costo per partecipare varia da 550 a 875 € a seconda del progetto e della località scelta. Gli studenti sotto i 26 anni possono usufruire di sconti speciali. E questa esperienza può essere utilizzata per acquisire credito formativo.
Per partecipare non servono competenze specifiche, ma soltanto entusiasmo, spirito di gruppo e voglia di avvicinarsi ai mammiferi marini che vivono nei nostri mari.
Le prossime ricerche saranno dedicate alla raccolta di dati sulle balenottere comuni, che in primavera tornano nelle acque del Santuario per nutrirsi di minuscoli gamberetti, e sui delfini costieri che si trovano nella Grecia Ionica.

Gli interessati possono scegliere tre diversi progetti:

Il Santuario “Pelagos” dei catacei nel Mar Ligure

Il Santuario Pelagos è una delle località con la più alta concentrazione di cetacei del Mediterraneo. I ricercatori, a bordo del motosailer di 21 metri, Pelagos, studiano il comportamento della maestosa balenottera comune e della vivace stenella striata, ascoltano con l’idrofono i suoni del grande capodoglio e fotografano altri cetacei meno conosciuti come il globicefalo, il grampo e il misterioso zifio.
È possibile avvistare anche altre creature marine, come pesci luna, mobule, tartarughe e uccelli. Oltre all'osservazione diretta dei mammiferi marini sarà possibile partecipare a lezioni specifiche sulla biologia dei cetacei.

L'Isola di Kalamos nella Grecia Ionica

I ricercatori da 15 anni studiano a Kalamos la vita dei tursiopi e dei delfini comuni, per conoscere le loro abitudini e le minacce a cui sono sottoposti.
I delfini comuni sono stati inseriti nella Lista Rossa delle specie in via di estinzione, stilata dall'Unione Mondiale per la Conservazione della Natura.
I ricercatori sono ora impegnati nello studio della comunità di tursiopi e degli ultimi esemplari di delfini della zona. I partecipanti alloggeranno in una caratteristica casa locale immersa nel verde ed usciranno in mare per le osservazioni a bordo di gommoni a chiglia rigida. In questa zona è possibile avvistare anche foche monaca, pesci spada e tartarughe marine.

Il Golfo di Napoli a Ischia

Questa ricerca viene condotta in collaborazione con Delphis mdc.
In quest'area è possibile studiare cinque diverse specie di cetacei: stenella striata, delfino comune, tursiope, grampo e balenottera comune. A volte si possono incontrare anche esemplari di globicefalo e capodoglio. Priorità del gruppo di ricercatori di questo progetto è la salvaguardia del delfino comune.
I partecipanti saranno ospitati a bordo del magnifico veliero-laboratorio "Jean Gab", un cutter oceanico di 17,7 metri che naviga prevalentemente a vela ed è attrezzato con idrofoni e telecamere subacquee per documentare il comportamento dei delfini.

Maggiori informazioni sui progetti si possono trovare sul sito ufficiale dell'Istituto Tethys, mandando una email all'indirizzo tethys@tethys.org o chiamando direttamente gli uffici dell'istituto, che si trova a Viale Gadio 2 a Milano, ai numeri 02/72001947 o 02/72601446.
È un'occasione unica per ammirare in natura questi straordinari e giganteschi animali e contribuire in prima persona alla loro salvaguardia.