Test medicina 2016 San Raffaele: aggiornamenti su prova e graduatoria

Di Chiara Casalin.

Oggi si svolge il test di medicina del San Raffaele 2016: ecco il numero dei candidati e cosa sapere sui risultati e la graduatoria

TEST MEDICINA 2016

Oggi è il giorno del Test di medicina dell’Università San Raffele di Milano e sono davvero tanti i giovani che stanno cercando di ottenere uno dei 100 posti disponibili per nuove matricole. Secondo quanto riporta la sezione locale del quotidiano Il Corriere della Sera, infatti, sono addirittura più di tremila i candidati che durante la mattinata svolgeranno la prova di ammissione. Nel pomeriggio, invece, 668 studenti affronteranno la prova per uno dei 72 posti disponibili per il corso di laurea dell’IMD program, cioè il corso di medicina in lingua inglese.

Leggi anche: Test medicina 2016: guida alla prova

LE DOMANDE DEL TEST DEL SAN RAFFAELE

Alle prime ore di stamattina i candidati si sono riuniti alla Fiera di Milano City, mettendosi pazientemente in coda per accedere alle aule del test. Una volta iniziata la prova avranno 2 ore di tempo per rispondere a 100 domande: 60 di problem solving e 40 su argomenti di biologia, chimica, matematica e fisica. Inoltre sarà messa alla prova anche la conoscenza dell’inglese, visto che il 10% delle domande del test saranno in lingua.

Di seguito potete vedere un'immagine pubblicata oggi dall'ateneo sul suo profilo Twitter:

LA PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE

Una volta terminata la giornata delle prove si passerà all’attesa della pubblicazione delle graduatorie, per la quale non si conosce però una data precisa, ma l'ateneo ha comunicato sul suo sito (ww.unisr.it) che sarà comunque disponibile online entro il 5 settembre. Sul bando del test di medicina del San Raffaele 2016 è specificato che “Le graduatorie saranno pubblicate sull'Albo online d'Ateneo [...]. Ogni candidato potrà visionare tramite il sito internet dell'Università la propria posizione in graduatoria, utilizzando le credenziali d'accesso generate in fase di Registrazione.”
Insomma, ora non resterà che portare pazienza e tenere d’occhio il sito dell’Università San Raffaele in attesa dei risultati.