Test Medicina: una sanatoria per i ricorrenti?

Di Valeria Roscioni.

Ricorso test Medicina: gli studenti chiedono alla Boschi di convalidare le immatricolazioni con riserva. La lettera

TEST MEDICINA: UNA SANATORIA PER I RICORRENTI. Le modalità del Test di Medicina 2015 non sono state ancora stabilite con precisione e, mentre tutti attendono il nuovo bando, il sistema delle prove d’accesso degli anni precedenti non smette di creare problemi e polemiche. La questione delle immatricolazioni in sovrannumero, infatti, è ancora più che mai aperta con migliaia di ragazzi ammessi con riserva in seguito ai ricorsi per i test di Medicina e ancora in attesa che la loro posizione venga regolarizzata definitivamente. È stata proprio questa precarietà a spingere gli studenti di Catania a scrivere al Ministro delle riforma Maria Elena Boschi “affinché venga proposta una sanatoria che regolarizzi la posizione di tutte le studentesse egli studenti entrati in sovrannumero nelle facoltà di Medicina di tutta Italia.”

Per quest'anno: Test medicina: qual è il punteggio minimo per entrare

RICORSO TEST MEDICINA: PER CHI VINCE LA SITUAZIONE NON E’ SEMPLICE. “Egregio Ministro – scrivono nella missiva pubblicata anche sulla pagina Facebook dell’Udu di Catania - siamo le centinaia di Ragazze e Ragazzi ammessi con riserva alla facoltà di Medicina dell'Ateneo di Catania. Siamo quelli che negli ultimi mesi hanno ricevuto l'etichetta di ‘ricorsisti’, perché si era così impegnati nel cercare di darci un nome che ci distinguesse da tutti gli altri studenti nostri coetanei che nessuno, nemmeno molti organi di stampa o rappresentanti di diverse forze politiche, si è accorto che il termine corretto in lingua italiana è ‘ricorrenti’.” La questione linguistica è un modo perfetto per spiegare la complessa situazione che si è venuta a creare nel momento in cui centinaia di ragazzi hanno vinto il ricorso relativo ai Test di Medicina per via della violazione dell’anonimato: università troppo piene, rettori nel panico, colleghi ammessi in dopo ave passato le prove d’accesso infuriati per via di questo trattamento impari.

TEST MEDICINA: GLI STUDENTI DI SERIE B IMMATRICOLATI CON RISERVA. “Ad oggi le ragazze ed i ragazzi entrati in sovrannumero con provvedimento cautelare del Tar e del Consiglio di Stato sono più di 500 solamente a Catania. – dicono alla Boschi - In questi mesi siamo stati trattati come gli ultimi, quelli che avevano la possibilità di studiare solo grazie ad una sentenza amministrativa, quelli che causavano disagio all’università, diversi solo perché non tutti avevamo la possibilità di poter investire migliaia di euro per un corso di preparazione, diversi anche perché forse qualcuno ha avuto la sfortuna di frequentare un liceo sbagliato, magari senza un professore stabile, solo la supplente sempre presente ma ogni mese diversa. Diversi soprattutto perché gli studenti italiani ormai vivono la distinzione in categorie, noi dicerto eravamo quelli di serie B.”

Test di ingresso 2015, tutto sul numero chiuso

IMMATRICOLAZIONI IN SOVRANNUMERO A MEDICINA: I RISULTATI CI SONO, LE CERTEZZE NO. Il sonno del numero chiuso ha generato il mostro di una categoria di studenti che ancora non ha certezze, perché l’immatricolazione con riserva significa che per diventare “titolari” la legge prevede che avvenga un’ulteriore convalida, e che di fatto tende ad essere ghettizzata. Si tratta di ragazzi che comunque si stanno impegnando come si deduce dalla lettera stessa: “Credendo nell'uguaglianza abbiamo iniziato il nostro percorso di studi, con impegno e sacrificio, nonostante le prevaricazioni e gli atteggiamenti da vera e propria "apartheid". L'uguaglianza ha fatto si che durante la prima sessione molti di noi abbiano superato tutti gli esami, in alcuni casi con voti superiori alla media degli anni precedenti”. Eppure questi non basta perché finché non arriverà il giudizio di merito nulla potrà dirsi davvero definitivo. Per questo i ragazzi hanno chiesto alla Boschi una sanatoria, una scorciatoia che rederebbe loro studenti a tutti gli effetti ma che probabilmente non farebbe piacere ai colleghi già “in regola”.

Grazie al Gruppo FB numero chiuso Medicina non ti perdi neanche una news: Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti su numero chiuso e ricorsi