Ricorso Test Medicina: non ci saranno ripensamenti

Di Valeria Roscioni.

Controricorso Miur per il Test di Medicina: pericolo scongiurato. Tutte le conseguenze dello schieramento del Consiglio di Stato

RICORSO TEST MEDICINA: LA VITTORIA E’ DEFINITIVA. Ieri è stata dichiarata conclusa la battaglia relativa al Test di Medicina. Perché? Cosa ha spinto gli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, che hanno seguito anche i ricorsi collettivi dell’Udu, ad essere così ottimisti nei confronti del ricorso? Perché la possibilità di un blocco delle immatricolazioni con riserva dal parte del Ministero o del Governo può dirsi scongiurata? Cominciamo dal principio e analizziamo i fatti. Ieri, 29 ottobre, il Consiglio di Stato ha messo il proprio sigillo sul test di ammissione di Medicina che si è tenuto l'8 aprile 2014 e il giudice d'appello ha confermato la correttezza della posizione del T.A.R. Lazio che ha decretato, in seguito ai ricorsi, l'ammissione di circa 5.000 concorrenti esclusi. Abbiamo chiesto all’Avvocato Santi Delia di spiegarci quali sono i risvolti pratici di questa decisione. Ecco come ha risposto alle nostre domande-

Da non perdere: Test Medicina aggiornamenti sul ricorso

TEST MEDICINA: IL PROVVEDIMENTO DEL CONSIGLIO DI STATO. Studenti.it: “Il giudice d'appello ha confermato la correttezza della posizione del T.A.R. Lazio. Puoi spiegarci a livello pratico questo cosa comporta di preciso?”
Avv. Santi Delia: “In queste settimane si è fatto un gran parlare di "controricorso" (in realtà è un appello) del MIUR, degli Atenei e persino da parte dei vincitori del concorso per i presunti disagi in qualche sede universitaria. Anche in Parlamento si è dibattuto sul tema con alcune interrogazioni (da parte di due soli deputati) a favore dell'appello ed altre (la più corposa è a firma di 15 deputati) a favore della sanatoria generale in vista di una riforma che non può, davvero, più tardare. L'argomento principale di questa fronda di "controricorsisti" è evidentemente venuto meno con la decisione del Consiglio di Stato che, in una decina di provvedimenti, ha confermato la tesi del T.A.R. Lazio e ordinato anch'esso l'ammissione in sovrannumero dei nostri ragazzi. Secondo il giudice d'appello "il ricorso è assistito dal necessario fumus boni juris (senza tecnicismi vuol dire è fondato, n.d.r.), in considerazione dei molteplici precedenti giurisdizionali in tema di anonimato della prova ivi compreso il parere n. 7690 del 2012 reso da questa Sezione nell'Adunanza del 3 luglio 2013".

Tutto sul ricorso e le istruzioni per l'uso per immatricolarsi: Test Medicina, come avvengono le immatricolazioni con riserva

IMMATRICOLAZIONI CON RISERVA A MEDICINA: CAMBIERA' QUALCOSA? Studenti.it: “Una delle domande che gli studenti ci stanno rivolgendo da ieri è: questa decisione favorevole al T.A.R di fatto scioglie la riserva? Quindi ora tutti coloro che hanno vinto il ricorso non si dovranno immatricolare con riserva, ma procedere con un’immatricolazione “regolare” come coloro che hanno superato il test?”
Avv. Santi Delia: “No, ogni azione seguirà il suo corso ma appare evidente come, sulla base della posizione del giudice d'appello, non si rintracciano ragione per cui il T.A.R. dovrebbe mutare la sua stessa opinione”.

Rimani sempre aaggiornato grazie al Gruppo FB numero chiuso Medicina - Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti su numero chiuso e ricorsi

RICORSO MEDICINA: LA VITTORIA PU' DIRSI DEFINITIVA. Studenti.it: “Coloro che hanno fatto ricorso al Consiglio di Stato vogliono sapere se possono considerarsi vincitori anche se la loro sentenza arriverà tra diversi mesi. In caso di risposta affermativa come funzionerebbero per loro le immatricolazioni in sovrannumero?”
Avv. Santi Delia: “Sono stati accolti in sede di ricorsi straordinari piccoli gruppetti di persone da noi patrocinati per la sede di Milano, Bari, Federico II e Sun. Non ci sono altri provvedimenti, ma oramai, secondo me e l'Avvocato Bonetti, l'argine è stato frantumato. Per tutti i ragazzi non ricompresi in tali “pareri” (i beneficiari sono stati tutti da noi informati, si sono immatricolati e a loro va il nostro più forte in bocca al lupo!) siamo fiduciosi e cercheremo di accelerare”.
Studenti.it: “Concludendo, possiamo quindi dire che la decisione del Consiglio di Stato è un ulteriore passo avanti, un segnale rassicurante per coloro che hanno vinto il ricorso relativo al Test di Medicina ma temono di non potersi immatricolare con riserva per via dei problemi e delle proteste?”
Avv. Santi Delia: “La questione non può non avere una ripercussione sulla vicenda nazionale dei Maxi ricorsi al Tar e su tutti gli altri ricorsi straordinari che il CDS provvederà a calendarizzare. Difatti, dopo queste quattro pronunce la tanto dibattuta questione dell'appello cautelare al Consiglio di Stato è da ritenersi sostanzialmente definita e superata da un orientamento da sempre favorevole ai ricorrenti UdU e ai nostri studenti.”