Test medicina: l’orientamento inizia in terza superiore

Di Chiara Casalin.

Parte un protocollo per portare l’orientamento per i corsi di Medicina nelle scuole superiori. Scopri di più sul progetto del Miur

ORIENTAMENTO TEST MEDICINA

Gli anni delle scuole superiori sono quelli in cui gli studenti iniziano a pensare davvero a cosa fare da grandi; è importante, quindi, fornire degli strumenti di orientamento che permettano di capire già a scuola quali sono le proprie vere passioni . Per chi in futuro vorrebbe fare il medico, professione che richiede impegno e dedizione e che prevede il superamento di un test d’ingresso per iscriversi all’università, sta arrivando un progetto che ha proprio l’obiettivo di orientare e preparare le aspiranti matricole di Medicina a ciò che li aspetta dopo la maturità.

ORIENTAMENTO ASPIRANTI MATRICOLE DI MEDICINA

Orientamento test medicina scuole superiori
Orientamento test medicina scuole superiori — Fonte: istock

Il Miur ha infatti dato il via, insieme alla Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), a un protocollo per l’orientamento dei ragazzi delle superiori interessati alle professioni di ambito sanitario.
Verrà creato un vero e proprio percorso che inizierà dalla classe terza per arrivare fino in quinta superiore. Il progetto prevede sia la formazione in aula, sia una formazione laboratoriale presso strutture sanitarie.

PROTOCOLLO MIUR MEDICINA

Scrive il Miur in un comunicato: “Il percorso prende avvio nelle classi terze delle scuole secondarie di secondo grado e ha una durata triennale, con un monte ore annuale di 50 ore: 20 ore tenute dai docenti di scienze, 20 ore dai medici indicati dagli ordini provinciali, 10 ore presso le strutture sanitarie individuate dagli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Provinciali. L’accertamento delle competenze acquisite avverrà in itinere in laboratorio attraverso la simulazione di 'casi'."
Questo percorso sarà attivato in circa 20 licei scientifici in Italia che saranno indicati prossimamente dal Miur.
Per saperne di più leggete il comunicato stampa del Ministero dell'Istruzione.