Ricorso test Medicina: sentenza definitiva o no?

Di Valeria Roscioni.

Immatricolazioni in sovrannumero 2014: la sentenza sul test di Medicina emessa dal Tar è definitiva? Chi può appellarsi? Che differenza c’è tra ricorso collettivo e straordinario in questo senso?

RICORSO TEST MEDICINA 2014: LA SENTENZA E’ DEFINITIVA? Come funzionano le immatricolazioni in sovrannumero nell'ambito del numero chiuso a livello nazionale? La vittoria dell’Udu sancita dalla sentenza del Tar per i primi duemila aderenti al ricorso collettivo è definitiva o è impugnabile? Perché si parla di ricorso del Miur e in molti sono intenzionati a partecipare anche al ricorso straordinario? Il caos regna sovrano e gli studenti che hanno sostenuto il Test d’Ingresso di Medicina 2014 sono piuttosto confusi. Vediamo come stanno davvero le cose.

Per non avere dubbi: Ricorso test medicina: cosa significa immatricolazione in sovrannumero o con riserva?

RICORSO COLLETTIVO TEST MEDICINA 2014 – Cominciamo dalla sentenza del Tar: le immatricolazioni così sancite sono dette “con riserva” proprio perché per diventare ufficiali si deve attendere la fine dell’iter giudiziario (anche se, di fatto, è molto raro che gli studenti immatricolati con riserva non vengano poi ammessi definitivamente). Infatti ad opporsi alla sentenza potrebbero essere sia il Miur che i singoli atenei. Dato che i ricorsi collettivi portati avanti dall’Avvocato Bonetti sono stati “spacchettati” l’esito definitivo potrà quindi non essere lo stesso perché se il Ministero decide di soprassedere alcune università potrebbero decidere di accettare la sentenza direttamente e altre no. L’avvocato ha comunque specificato che entro l’inizio dell’anno accademico (o poco dopo) i ricorsisti avranno notizie più specifiche.

Le informazioni dell'avvocato Bonetti: Ricorso test Medicina 2014: tutto sulla sentenza del Tar

RICORSO STRAORDINARIO TEST MEDICINA 2014 – Diversa è la questione del ricorso straordinario al Capo dello Stato. In questo caso, infatti, dopo la sentenza non è previsto alcun appello. Un vantaggio questo che, però, è decisamente controbilanciato dal fatto che di solito i tempi previsti per questo tipo di iter sono molto più lunghi (si parla di circa 18 mesi).

Non hai fatto ricorso e vuoi sapere se sei ancora in tempo? Test medicina 2014: tutto sui ricorsi straordinari