Test medicina 2015: possibile barare?

Di Chiara Casalin.

Test ingresso medicina 2015: possibile fare i furbi al test. Ecco com'era possibile “barare” grazie all’aiuto di un complice

TEST MEDICINA 2015 – Ogni anno il test di medicina suscita molte polemiche, spesso riguardo alle domande e alle possibili irregolarità o comportamenti sospetti da parte di alcuni candidati. Anche quest’anno la cosa non cambia: oltre alle lamentele sollevate per la difficoltà dei quesiti di chimica e di biologia, qualcuno ha fatto notare anche come al test di medicina 2015 fosse possibile barare facendosi fare il test da una persona più preparata senza troppe difficoltà.

Da non perdere: Test di medicina 2015: domande e soluzioni del Miur

TEST MEDICINA 2015, POSSIBILITA’ DI BARARE - A sollevare questa ipotesi sono stati prima gli studenti e poi un membro della commissione esaminatrice in Umbria, intervistato da Il Giornale. Il sistema era piuttosto semplice: bastava che uno studente facesse iscrivere al test anche un complice ben preparato ed esperto. Il giorno della prova i candidati venivano identificati solo all’entrata in aula, e non al momento della consegna del foglio con le risposte. Questo è stato precisato dal Miur per garantire l’anonimato dei candidati, ma ciò ha aperto un varco per i possibili furbetti. Al momento della consegna delle risposte, infatti, il complice avrebbe facilmente potuto scrivere il nome del vero candidato sulla scheda anagrafica, e viceversa il candidato avrebbe potuto scrivere quello del complice, senza che la commissione se ne accorgesse.

Focus: Test medicina 2015, come funziona la graduatoria nazionale

TEST INGRESSO MEDICINA 2015 - Per consegnare le risposte, infatti, ogni candidato doveva avvicinarsi al tavolo della commissione, compilare il foglio anagrafica e apporre su quello e sul foglio delle risposte due codici a barre uguali, pescati a caso tra quelli disponibili. Secondo quanto ha dichiarato un membro di una commissione a Il Giornale, però, per garantire l’anonimato dei candidati il ministero ha chiesto ai membri delle commissioni di non avvicinarsi al tavolo dove i candidati compilavano la scheda anagrafica e applicavano i codici. Inoltre, anche se avessero potuto avvicinarsi, era difficile capire se i candidati avevano scritto il loro dati o quelli di un'altra persona, visto che non si poteva controllare il documento d’identità.

Qualcuno avrà sfruttato questo metodo? Ovviamente ci auguriamo di no, ma anche se fosse sarebbe praticamente impossibile capirlo.

Per restare sempre aggiornati su tutte le news riguardanti il test di medicina 2015 iscriviti al gruppo Facebook Test di medicina 2015 e numero chiuso