Test d’ingresso: costi in aumento

Di Valeria Roscioni.

Tentare di entrare in una facoltà a numero chiuso anno dopo anno costa sempre di più

Quanto costa entrare in una facoltà a numero chiuso? Tanto, troppo, anzi: sempre di più. Sottoporsi ai test d’ingresso anno dopo anno non solo sta diventando un impegno sempre più difficile da affrontare per via della concorrenza agguerrita, ma si sta anche trasformando in una vera e propria voce di spesa per le famiglie.

UNIVERSITA', LE ULTIME NEWS

Escluse le spese per la preparazione (alcuni atenei organizzano corsi gratuiti, ed è possibile prepararsi online senza spendere un centesimo anche QUI su Studenti.it), c’è infatti una voce che non è assolutamente possibile cancellare dalla lista dei costi: la tassa di iscrizione ai test, una cifra non esattamente irrisoria.

TEST D'INGRESSO, ALLENATI GRATIS SU STUDENTI.IT

Proprio per via della tassa in questione, l’Università di Genova si trova in questi giorni nell’occhio del ciclone. Qui, infatti, iscriversi a un test d’ingresso costa ben 50 euro: 20 in più rispetto allo scorso anno, per un giro d’affari che, stando ai conti fatti da Corriereuniv.it sfiora i 200.000 euro dato che l’aumento riguarda tutte le facoltà a numero chiuso. A destare scalpore è che, in effetti, non vi è nessuna giustificazione, nessuna miglioria nel servizio che, semplicemente, a quanto pare, quest’anno costa di più.

NON HAI ANCORA SCELTO LA FACOLTA' CHE FA PER TE? ORIENTATI CON NOI

E ovviamente Genova non è una voce fuori dal coro: i costi d’iscrizione ai test sono un problema che riguarda gli studenti di tutta Italia che, spesso, tentano più di una prova per evitare di correre il rischio di ritrovarsi senza un corso di laurea a cui iscriversi. Tu quanto spenderai per entrare all’università? Raccontaci la tua storia.