Terremoto in Emilia: gli esami di maturità e di terza media si svolgeranno regolarmente

Di Barbara Leone.

Nonostante i gravi disagi causati dai terremoti che stanno colpendo l'Emilia Romagna, l'Ufficio Scolastico ha comunicato che non ci saranno ripercussioni sugli esami nelle scuole

Il terremoto sta sconvolgendo il Nord Italia ed in modo particolare l'Emilia Romagna, ma si cerca di mantenere la normalità per quanto è possibile. Per questo motivo Elena Malaguti, assessore all'Istruzione della Provincia di Modena, ha comunicato che gli esami di terza media e gli esami di maturità si svolgeranno regolarmente: "Gli esami di terza media e di maturità in tutti i Comuni colpiti dal sisma si svolgeranno regolarmente. Il compito di Provincia, Ufficio scolastico provinciale, Comuni e dirigenti scolastici è ora quello di individuare le sedi perché gli studenti possano affrontare gli esami in condizione di massima sicurezza e tranquillità psicologica".

TOTOESAME MATURITA' 2012: COSA USCIRA' ALLA PRIMA PROVA >>

esame_8Nei comuni di Finale Emilia e Mirandola, i più colpiti dal terremoto, sono 617 gli studenti che dovranno sostenere la maturità. L'Ufficio scolastico provinciale è alla ricerca di sedi sicure dove far sostenere l'esame. Se non si riuscirà a trovare un posto nei due paesi, allora gli studenti dovranno sostenere l'esame in un altro comune, che sarà comunicato il prima possibile. Probabilmente i maturandi potrebbero essere mandati a Modena per sostenere l'esame. In ogni modo sarà organizzato un servizio di trasporto per condurre gli studenti nella sede dell'esame.

TEST INVALSI DI TERZA MEDIA: SIMULAZIONI PER PREPARARSI ALL'ESAME >>

Per quanto riguarda, invece, l'esame di terza media, sono 964 gli studenti che dovranno sostenere le varie prove e che abitano nei comuni di Cavezzo, Medolla, San Prospero, Concordia, San Possidonio, Finale Emilia, Mirandola, San Felice, Camposanto e Novi. Ogni comune sta individuando una sede appropriata da adibire a sede ufficiale per gli esami. E la Provincia ha comunicato che "prima degli esami, verranno individuate modalità di relazione con studenti e famiglie in modo da curare la preparazione nel miglior modo possibile".