Temporale di Pascoli: parafrasi, commento e analisi del testo

Di Francesca Ferrandi.

Temporale di Pascoli: l'analisi dettagliata, completa di figure retoriche, del componimento

TEMPORALE DI PASCOLI: PARAFRASI E COMMENTO – Scritto nel 1891, Temporale è uno dei più celebri componimenti di Giovanni Pascoli. La lirica, tratta dalla raccolta poetica Myricae, pur essendo estremamente breve – solo 7 versi – è capace di contenere molte delle tematiche ricorrenti in tutta la poetica del Pascoli. Ad essere descritto è, come fa presupporre il titolo, l’arrivo di un temporale: la scena è completamente filtrata dalle sensazioni del poeta che coinvolgono la sfera sensoriale uditiva e quella visiva.
Il temporale descritto nel testo fa ovviamente riferimento al tormentato stato d’animo del Pascoli. L’unico conforto offerto al poeta – e, con lui, all’umanità intera – è un bianco casolare che si intravede all’orizzonte. Introducendo nel testo una forte analogia, tipica del movimento simbolista, il casolare è correlato all’ala di gabbiano: entrambi rappresentano il nido familiare, tema cruciale nella poetica del Pascoli.
Vuoi saperne di più su Temporale di Pascoli? Scarica la nostra mappa concettuale!

Clicca sull’immagine e scarica la nostra mappa concettuale!

TEMPORALE DI PASCOLI, ANALISTI DEL TESTO E DELLE FIGURE RETORICHE – Ci siamo passati tutti: sappiamo bene che Temporale di Pascoli è una di quelle poesie che risultano semplici ad un primo sguardo, ed invece sono ricche di sfumature tutte da cogliere. Per agevolarti nello studio di questo componimento, noi di Studenti.it abbiamo creato per te una delle nostre mappe concettuali! Completa di testo, parafrasi, commento e analisi delle figure retoriche di Temporale di Pascoli, la nostra mappa ti aiuterà nello studio in vista dell’interrogazione. Cosa aspetti? Scaricala subito!

E, se vuoi approfondire ulteriormente l'analisi del testo di Temporale di Pascoli, ecco per te dei pratici appunti: