Recupero debiti: dal Ministero no alla sospensione dei decreti 80 e 92

I debiti si dovranno recuperare entro il 31 agosto. Modifiche ai decreti Fioroni ci saranno, ma non quest'anno. Un no arriva anche dal Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso dei Cobas

di 4 giugno 2008
Una sanatoria sui debiti 'avevano chiesta studenti,professori,sindacati e la Rete degli Studenti che ha ribadito la necessità di considerare il 2008 un anno sperimentale e di applicare con cautela -considerandole solo come indicazioni- il decreto 80 e l’ordinanza ministeriale 92 ma dal Ministero dell'Istruzione è arrivato un no. Le modifiche ci saranno, ha sottolineato il Ministro Gelmini, ma non quest'anno e quindi gli studenti con debiti in sospesi dovranno recuperarli entro il 31 agosto.

Rimane la possibilità (eccezionale) di poter posticipare le verifiche da parte delle scuole oltre il 31 agosto ma comunque entro la data di inizio delle lezioni.

Un no è arrivato oggi anche dal Consiglio di Stato, l'ultima speranza per studenti e prof, che si è appena pronunciato sul ricorso presentato dai Cobas i quali sostenevano che i decreti Fioroni imponessero soluzioni del tutto inattuabili e illegittime per il recupero dei 'debiti', addossando ai singoli istituti oneri e obblighi impossibili da assolvere. In proposito la sentenza del Consiglio di Stato è chiara: "Nel caso in esame, non si ritengono presenti i presupposti di diritto e di fatto".

Il comunicato del Ministero
"Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha inviato oggi alle scuole di tutta Italia una circolare relativa all’attività di recupero dei debiti scolastici e agli scrutini finali.
Tenuto conto che l’anno scolastico è ormai nella fase conclusiva e considerando il lavoro che le scuole hanno già compiuto, allo stato attuale risulta impraticabile una modifica dell’impianto definito dalle disposizioni vigenti in materia di recupero dei debiti scolastici.
All’inizio del nuovo anno scolastico si dovrà procedere ad una riflessione approfondita sulle criticità emerse e rilevate anche dal monitoraggio in corso.
Le eventuali modifiche saranno oggetto di confronto tra il Ministero e le organizzazioni sindacali di categoria, le associazioni professionali, le associazioni dei genitori, le consulte e le associazioni degli studenti.

 Vista la complessità degli interventi promossi o da promuovere e per venire incontro alle richieste delle scuole, la circolare prevede alcune misure che avranno immediata efficacia.

·        Risorse aggiuntive per 57 mln di euro
Per l’organizzazione dei corsi di recupero, sono stati stanziati ulteriori 57 milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ai 197 milioni già previsti nel fondo d’istituto.

·        Autonomia scolastica e organizzazione del recupero
Le scelte organizzative relative alle modalità di recupero – quali ad esempio la consistenza oraria dei corsi, la modalità di utilizzo dei docenti e i modelli di intervento – sono lasciate all’autonomia di ogni singola scuola.

·        31 agosto termine ultimo per verifica superamento debito
I debiti scolastici dovranno essere recuperati entro il 31 agosto 2008. Eventuali proroghe, motivate da particolari esigenze organizzative, dovranno essere adeguatamente valutate anche in relazione alle implicazioni derivanti dall’avvio del prossimo anno scolastico. Le iniziative di recupero e la loro valutazione dovranno comunque concludersi entro la data di inizio delle lezioni."



> SOS debiti: la campagna della Rete degli Studenti

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Pagina generata il 2016.08.30 alle 12:57:06 sul server IP 10.9.10.104