Proteste studentesche sparse in tutta Italia

La protesta studentesca contro la riforma della scuola continua in tutte le Regioni d'Italia. Ecco altre testimonianze che ci sono arrivate in redazione dalle Marche, dal Trentino, dall'Abruzzo e dalla Puglia

di Barbara Leone 5 novembre 2008

La protesta studentesca contro la riforma della scuola continua in tutte le Regioni d'Italia. Ecco altre testimonianze che ci sono arrivate in redazione dalle Marche, dal Trentino, dall'Abruzzo e dalla Puglia.

"Oggi 28 Ottobre a Casarano (LE), tutti gli Istituti (Industriale A. Meucci, Commerciale, Licei Linguistico, Classico, Scientifico e Psico-Pedagogico, Istituto Professionale) hanno partecipato ad una grande manifestazione che è partita dall'Industriale di via Ferrari alle ore 9:00 fino ai giardini Williams di Casarano".
Con la partecipazione di un gruppo di ragazzi che hanno dato musica a questa manifestazione nei giardini. Migliaia di ragazzi si sono riuniti nei giardini accompagnati da tanti manifesti contro la riforma e vi è stata anche una bara, simulando la processione che si fa qui in Puglia durante i funerali. Una cosa fantastica e divertente. Noi del Salento stiamo ancora lottando contro questa riforma".

"Nel liceo Galileo Galilei di Ancona il 30 ottobre è stato organizzato un corteo di protesta dentro la scuola, con lettura dei decreti 133 e 137. Poi tutti gli studenti e alcuni professori si sono spostati in centro per partecipare alla protesta insieme alle altre scuole della città. Il corteo è partito da piazza Cavour ed è arrivato fino a piazza della repubblica, davanti al teatro delle muse. Non si escludono altre proteste i prossimi giorni".

A Bolzano il 3 novembre 165 studenti delle scuole superiori hanno distribuito volantini per tutta la città
per spiegare le motivazioni della protesta contro il decreto Gelmini: "Per dimostrare a tutti che la nostra è una mobilitazione seria e non un pretesto per saltare le lezioni. Siamo preoccupati per il nostro futuro. Qui c’è in gioco il destino della scuola italiana. E vogliamo essere ascoltati". E per questa manifestazione hanno scelto un giorno di festa, in cui le scuole erano chiuse, per lanciare un messaggio a chi li accusa di portare avanti le occupazioni solo per perdere giorni di scuola.

A L'Aquila continua la protesta e la maggior parte degli istituti superiori sono in autogestione. Nonostante l'approvazione in Senato del decreto, gli studenti sono ancora più motivati e dichiarano che non si arrenderanno "finché il Governo non tornerà sulle proprie posizioni". L'agitazione, che prevede anche assemblee con i professori per discutere della riforma, andrà avanti almeno fino a giovedì 6 novembre.

"Ciao! Volevo segnalare che ad Ancona alla manifestazione eravamo 2800 nonostante i digos abbiano detto che eravamo solo in 20. Comunque il 5 novembre di pomeriggio gli studenti scenderanno in piazza a fianco degli universitari. Proseguono le occupazioni di diverse scuole nella provincia".

"Buongiorno! Sono una studentessa del liceo scientifico e volevo informarvi su ciò che succede anche nella mia mia scuola, il Liceo Scientifico di Massafra (TA). Noi siamo a favore della protesta.Abbiamo iniziato l'autogestione lunedì 3 novembre e facciamo solo le prime due ore di lezione ogni giorno! Anche molti professori della mia scuola sono contro il decreto e alcuni sono andati a Roma il 30 Ottobre a protestare! Vorremo ci ascoltassero, e non è vero che su nove milioni di studenti italiani coloro che protestano sono solo alcune migliaia come dice il Ministro Gelmini. Le nostre manifestazioni non sono assolutamente politicizzate,abbiamo dei valori e ragioniamo con la nostra testa!".

protesta a teramo"Teramo vs Gelmini. Martedì 11 Novembre a Teramo si terrà una manifestazione in cui parteciperanno l'Università di Teramo e tutte le scuole medie superiori di Teramo (Liceo Scientifico, Liceo Artistico, Liceo Pedagogico/Tecnologico, Alberghiero, Geometri, Programmatori, ITIS, Liceo Classico) per chiedere un  ncontro con il prefetto, così da comunicargli il pensiero degli studenti e lo stato attuale della situazione nelle scuole della nostra città. Tuttora le scuole occupate sono il Liceo Scientifico "A. Einstein", il Liceo Socio-Psico-Pedagogico "G. Milli" e l'Artistico che, purtroppo, è stato sgomberato pochi giorni fa a causa dell'incursione di studenti esterni che hanno ribaltato la situazione con atti vandalici, nel frattempo tutti gli altri istituti (ITIS, Classico) sono in autogestione fino a Sabato 15 novembre, per divulgare la notizia, che tutte le scuole di Teramo stanno protestando per le riforme proposte e approvate dal ministro dell'istruzione M. S. Gelmini e speriamo che la nostra decisione di occupare serva per stimolare le altre scuole, affinché si mobilitino per una protesta di massa. La nostra è un occupazione ben organizzata e controllata, infatti, abbiamo adibito delle aule per non interrompere il diritto allo studio, così da consentire ai ragazzi di recuperare nelle materie in cui ne hanno bisogno; i professor non possono né proseguire con il programma né eseguire verifiche orali/scritte; nelle aule restanti durante la mattinata sono presenti vari corsi e dibattiti, ad esempio: Corso di Recitazione, Corso di Pronto Soccorso, Corso di Scuola Guida, Giochi da Tavolo, Corso di Musica, Dibattiti su libri di vario genere, Corso sui movimenti studenteschi, Dibattito sulle elezioni presidenziali americane. Durante l'occupazione vari genitori, tramite giornali, ci hanno accusato di aver trattenuto minori dopo l'orario di frequenza obbligatoria; quest'accusa secondo noi non è fondata in quanto professori e altri dipendenti scolastici possono dimostrarne il contrario.
scuola occupataOggi lunedì 10 novembre 2008 siamo al presunto ultimo giorno di occupazione (in base alla decisione del prefetto di riceverci o meno) e la preside ha deciso di far mettere i sensori di allarme ovunque, impedendoci quindi di rimanere a scuola durante la notte. In tutti i modi stiamo cercando di trovare un metodo per rimanere nel perimetro scolastico perché siamo intenzionati ad arrivare fino alla fine.  Mandiamo questa sorta di articolo per farvi partecipi e incoraggiarvi in movimenti di protesta come l'occupazione, è vero che può essere strumentalizzata ma è anche vero che se organizzata in maniera costruttiva e non distruttiva, si può ottenere da questa lo scopo desiderato perché rappresenta un metodo molto forte ed efficace. Vi assicuriamo nel dirvi di non aver paura delle Forze dell'Ordine (DIGOS), poiché in questi giorni non abbiamo ricevuto NESSUN CONTROLLO da parte di questi".

"Ciao! Sono uno studente che frequenta l'Istituto d'arte di Urbino, istituzione scolastica presente dal lontano 1864, che ha sfornato tantissimi artisti di grande spessore in tutti questi anni di attivita e che adesso rischia di essere cancellato dalla riforma Gelmini. Infatti martedi 21 ottobre il dirigente scolastico in una intervista rilasciata al Resto del Carlino dichiara che a causa della nuova riforma scolastica il nostro amatissimo istituto rischia di non esistere più perchè pare che nel piano di revisioni e tagli del ministro, gli istituti superiori con meno di 500 iscritti dovrebbero essere accorpati, il che comporterebbe l'eliminazione dei laboratori artistici presenti all'istituto, che lo contraddistinguono da sempre e che adesso sono sotto seria minaccia. i laboratori in questione sono quelli di legatoria, incisione, cinema d'animazione. Eliminando tali discipline si elimina  la Scuola Del Libro "Istituto statale d'arte Urbino". A proposito di ciò penso che a breve noi alunni ci mobiliteremo per far capire il nostro disappunto nei riguardi di tale scempio".

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

4
Commenti

Eleonora mercoledì, 5 novembre 2008

Teramo

Oggi,5 novembre,la maggior parte dei licei è riuscita ad occupare
noi dell'artistico abbiamo lottato in 20 per 11 ore,alla fine ci siamo riusciti!!!
teramo vs gelmini :on

n° 1
Cri venerdì, 7 novembre 2008

Re: Teramo - LICEO SCIENTIFICO

> Oggi,5 novembre,la maggior parte dei licei è
> riuscita ad occupare
> noi dell'artistico abbiamo lottato in 20 per 11
> ore,alla fine ci siamo riusciti!!!
> teramo vs gelmini :on

Noi del LICEO SCIENTIFICO "A.EINSTEIN" Abbiamo occupato dal 5 novembre insieme a molte scuole di Teramo tra cui anche l'artistico che purtroppo è stato sgomberato secondo voci, e resistiamo ancora speriamo fino ed oltre a lunedì......
FORZA STUDENTI DI TUTTA ITALIA!!!! UNITI E COMPATTI....
Ora della scuola c'è ne occupiamo noi!!!!!!!

benedetta martedì, 11 novembre 2008

Re: Teramo

>> Oggi,5 novembre,la maggior parte dei licei è
>> riuscita ad occupare
>> noi dell'artistico abbiamo lottato in 20 per 11
>> ore,alla fine ci siamo riusciti!!!
>> teramo vs gelmini :on
>
>Noi del LICEO SCIENTIFICO "A.EINSTEIN" Abbiamo
>occupato dal 5 novembre insieme a molte scuole di
>Teramo tra cui anche l'artistico che purtroppo è
>stato sgomberato secondo voci, e resistiamo ancora
>speriamo fino ed oltre a lunedì......
>FORZA STUDENTI DI TUTTA ITALIA!!!! UNITI E
>COMPATTI....
>Ora della scuola c'è ne occupiamo noi!!!!!!!


l'istituto milli è stato il centro della protesta teramana fino ad oggi, giorno in cui tutte le scuole sono scese in piazza con 1 corteo che aveva 1inizio ma non 1fine x quante persone c'erano....
al milli, da mercoledi scorso c'è stata 1occupazione di massa e gli studenti si sono organizzati in corsi e lezioni di ripasso.
e, non contenti della buona riuscita di tutto ciò, facendo 1 mega colletta, i ragazzi e le ragazze(tra cui io) hanno ridipinto le aule dando colore e speranza x 1futuro che tutti speriamo migliore da ciò che ci sta offrendo chi governa lassù e non ci ascolta.
ma comunque sia, l'onda di protesta non finisce qua

cri mercoledì, 12 novembre 2008

Re: Teramo

>>> Oggi,5 novembre,la maggior parte dei licei è
>>> riuscita ad occupare
>>> noi dell'artistico abbiamo lottato in 20 per 11
>>> ore,alla fine ci siamo riusciti!!!
>>> teramo vs gelmini :on
>>
>>Noi del LICEO SCIENTIFICO "A.EINSTEIN" Abbiamo
>>occupato dal 5 novembre insieme a molte scuole di
>>Teramo tra cui anche l'artistico che purtroppo è
>>stato sgomberato secondo voci, e resistiamo ancora
>>speriamo fino ed oltre a lunedì......
>>FORZA STUDENTI DI TUTTA ITALIA!!!! UNITI E
>>COMPATTI....
>>Ora della scuola c'è ne occupiamo noi!!!!!!!
>
>
>l'istituto milli è stato il centro della protesta
>teramana fino ad oggi, giorno in cui tutte le
>scuole sono scese in piazza con 1 corteo che aveva
>1inizio ma non 1fine x quante persone c'erano....
>al milli, da mercoledi scorso c'è stata
>1occupazione di massa e gli studenti si sono
>organizzati in corsi e lezioni di ripasso.
>e, non contenti della buona riuscita di tutto ciò,
>facendo 1 mega colletta, i ragazzi e le ragazze(tra
>cui io) hanno ridipinto le aule dando colore e
>speranza x 1futuro che tutti speriamo migliore da
>ciò che ci sta offrendo chi governa lassù e non ci
>ascolta.
>ma comunque sia, l'onda di protesta non finisce qua
>

Ottimo....la manifestazione è stata spettacolare....un organizzazione pazzesca (tranne per l'ora di inizio)....sono molto contento di tutto ciò.....
Vedo in home di studenti che tra la città in protesta dal 17 all 22 c'è anche Teramo.....speriamo di dare un buon esempio....

Chiudi
Aggiungi un commento a Proteste studentesche sparse in tutta Italia...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.10.26 alle 06:57:11 sul server IP 10.9.10.106